martedì, ottobre 17, 2006

Non sempre sono leggende metropolitane!


Riceviamo e pubblichiamo questa incredibile chicca: la notizia della assurda morte del veterinario texano è vera, a quanto pare, se diamo credito a questa e-mail che ci ha raggiunto poco fa nella nostra casella personale e che qui riportiamo.

Dear Sirs, I have had the opportunity to approach your interesting blog Ondestorte and I have read the post about the "most absurd deaths". I don't know anything of the first two casualties, but I declare that the one about the farting killer cow is for sure true. I know that because the veterinary surgeon from Texas was my father, doctor Ralph Moyers from Wharton. I was witness of the accident because I was used to escort him during his visits during the summer vacations. The fact happened in the Rancho Alvarez, belonging to mrs. Judy Alvarez near Wharton, Texas, june 28 1986. When we reached Mrs Alvarez's farm, who had called him with urgency we were admitted in the stable where a two years cow of Braford breed suffered from a serious internal clogging. My father wore the latex gloves but he kept helding his burning Havana cigar between his lips. He began the customary maneuver in order to free the mare of the constipation that plagued her introducing the entire skillful forearm in the anus of the beast. Ill-fatedly the pressure that burdened in the stomach of the animal freed without warning and the gaseous discharge invested in full load the face of my father catching fire itself. My father wore the nylon gown normally used by veterinarians, that catched fire in a sudden transforming him in a human torch. We tried to help him but it was too late. He died between my arms in prey of atrocious pains and his last words were: "Sammy, I love you so much, I am proud of you".
Thanks for the acceptance, yours sincerely, Samuel. F. Moyers
Waco, Texas, The Lone Star State

Incredibile , vi pare?

Nell'immagine un bellissimo esemplare di femmina di razza Braford

4 commenti:

Law and Order ha detto...

Contemporaneamente alla pubblicazione della mail ho trovato su internet la sintesi della causa che ha visto coinvolto il figlio del veterinario e la società di assicurazioni del contadino. Quest'ultima non voleva pagare perchè il veterinario fumava in una proprietà privata senza avere avuto un permesso scritto. Il figlio del veterinario sosteneva che era legittima difesa aspirare il fumo del sigaro invece del tanfo del contadino che per paura di perdere una vacca si era cagato addosso. La cosa andò per le lunghe ma il figlio del veterinario vinse la causa perchè l'avvocato della assicurazione era negro.

dente ha detto...

Ed ella toccò il culo dell'animal
insieme al sigaro esplose il mal
ma nulla fu certo più
perchè a star sotto tocca a tu.
Oh, la rima feci poetar
E una merda voi a mangiar.

Dente Alighdomani.

Derek Contro Tutti ha detto...

Infatti. D'altra parte nel 1986 non esisteva nel Texas una forte sensibilità al fumo passivo.
Questo indubbiamente corroborò la posizione di Sammy che, non dimentichiamolo si trovava ancora in giovane età e la morte del padre gli provocò un trauma psicologico grave, le cui conseguenze ebbero cospicua durata.
L'avvocato di Samuel F. Moyers era, fatto curioso, anch'egli nero ma aveva il cazzo molto lungo. Questa caratteristica, unita alle indubbie capacità professionali lo favorì nel confronto finale di fronte alla giuria, composta per la maggior parte da donne.
Per completezza va altresì detto che la signora Judy Alvarez era figlia di un immigrato messicano clandestino e di una bianca povera originaria di Biloxi Louisiana.

klaus ha detto...

vi chiamo un dottore?