mercoledì, agosto 21, 2013

Quando facevamo la radio negli steits ai tempi della bit generescion


Bei tempi quando per andare a Sausalito correvamo come pazzi sulla highway 101. In genere prendevamo la Dodge di Joe. Gli bastavano un paio di bottiglie di una qualunque cosa, purchè fosse sopra i quaranta gradi per prepararsi al viaggio. Poi ci portava giù, col piede pestato sull'acceleratore senza mai fermarsi. Partivamo da Petaluma alle 5 del pomeriggio e arrivavamo da J.P Buratt alle 5,45 spaccate. Che importava se Joe gli vomitava sulla scrivania? Eravamo arrivati. Era tutto. Eravamo lì, e anche quel lunedì avremmo fatto la nostra fottuta trasmissione a Radio California One. Se la Dodge era scassata prendevamo la Cadillac di Pedro. Era un carro, ma faceva una gran figura, e quando arrivavamo alla radio tutte le Peggy, le Daisy e le Cheryl ci volevano fare un giro sopra. Peccato che Pedro per arrivare a Sausalito ci metteva 5 ore. Perchè lui voleva sempre fermarsi a Mill Valley. Senza dire niente, lui usciva sempre a Mill Valley. E noi a dirgli - Hey Pedro, ma che cazzo ci esci a fare a Mill Valley? E' un posto che farebbe schifo anche a un naufrago -. Ma lui niente. Usciva a Mill Valley e correva giù fino alla Muir Road. Parcheggiava davanti all'Ondestort's e si faceva fare un panino speciale con la sogliola, la banana e il formaggio. Diceva che non c'era un altro posto negli States dove facessero un panino così buono. Il padrone dell'Ondestort's si chiamava Ermellino Cunningham, era un fottuto irlandese con la faccia piena di lentiggini, ma in fondo ci piaceva. Quando ci fermavamo all'Ondestort's (Ermellino l'aveva chiamato così in nostro onore) c'era sempre qualcosa da fare. Derek saliva in camera con Connie, la nipote di Ermellino. Connie era carrozzata alla perfezione, ma Derek diceva che lo faceva per lei, sempre sola a battere sulla Muir Road. Se Derek si dimenticava, era Connie a ricordarglielo. Gli diceva: niente sveltina, oggi? Che ti succede Derry? Allora Derek si dava una gran pacca sulla fronte e poi saliva in camera con Connie. Bei tempi. Se li ricorda bene anche Claudio, quel poeta italiano che aveva abitato al Greenwich e che portava il cilindro sulla testa. Lui aveva sempre con sè la benzedrina e una tascata di altre pasticche, ma per noi ne restavano poche perchè in genere le ingoiava tutte insieme prima di andare in onda. Ma quando eravamo in sosta da Ermellino lui le spargeva sul tavolo e poi diceva a Ermellino di fare un paio di telefonate e di far venire le ragazze. In meno di dieci minuti il porticato dell'Ondestorte's si popolava di squinzie che piombavano sulle pasticche di Claudio come api sul miele. Poi Joe dava un paio di calci al jukebox (lui sapeva come fare senza la monetina) e quella dannata scatola cominciava a suonare Good Rockin' Tonight di Roy Brown, Move It On Over di Hank Williams e Chicken Shack Boogie di Amos Milburn. Allora le ragazze diventavano molte gentili, alcune così gentili da buttare le mutande in faccia a Ermellino. Lui non diceva niente, sorrideva, stappava le Bud e Kostantin apriva il bagagliaio della macchina che era letteralmente peno d'erba. Ricordo una volta che forammo una gomma, per trovare quella di ricambio fummo costretti a fumarci tutta l'erba. Ci ritrovarono dopo una settimana che correvamo nudi sul Golden Gate inneggiando a a una fantomatica Dea Madre proveniente dalla Papuasia. Così Kostantin cominciava a rollare per tutti, e Joe infilava il jack della sua Telecaster e la festa cominciava.
Così amici potete immaginare che gran bordello c'era in quel motel. L'unico che non si dava da fare era Ciriac. Lui restava in macchina e smanettava spasomodicamente sulle manopole della radio per riuscire a sentire i discorsi del Presidente Eisenhower. Quando anche lui voleva sballare, ma proprio sballare, si beveva una Coca Cola, che su di lui aveva l'effetto di un mezz'etto di cocaina. Io in genere me ne stavo fuori, seduto sullo steccato a guardare il sole che andava giù, come una enorme palla da baseball dietro la statale 51. Stavo lì a fumare e a sognare la radio, la radio che non avremmo mai fatto.

Corsi di aggiornamento professionale

La Derek Vissani Kiccen Lab Progetto Formazione in collaborazione col Comune di Malvito indice dei corsi avanzati di cucina dove si potranno imparare tutte le tecniche tradizionali:
-eviscerazione
-privatura degli aculei
-imbambinatura
-disposizione a libretto/scacchiera
-cottura e frittura accrudo
-impiattamento
-servitura con vino di monum. potenza
-servitura con vino al sent. di fr. bianchi

e le innovative tecniche:
-farcitura differenziata
-condimento a dislivello
-mantecatura sordomuta
-insalsamento tantrico
-imbalsamatura di insaporirlo dei vari effetti speciali
-trucchi e mallizie di non farlo attaccare
-dessert veloci veloci di farli con quello che hai in casa
-patatine fritte accrudo di asino
-preparazione dei noccioline giovane
-preparazione dei stuzzichino giovane
-disidratazione del sanguiccino
-anelatura di un sorbetto d'asino a metà pasto va bene?
-liquorino dei frati fatticazzituoi


lunedì, agosto 19, 2013

Il Prf. Ginepro Culobrado insignito della Laurea Odoris Causa in Meccanica Anale all'Università di Traso

Il noto ricercatore Prof. Ginepro Culobrado che da anni conduce il progetto SuperAno sullo sviluppo delle potenzialità anali, è stato insignito della Laurea Odoris Causa in Meccanica Anale all'Università di Traso.

Culobrado, nel ritirare il premio, ha voluto dare un esempio tangibile delle nuove opportunità offerte dallo sviluppo del culo.
Durante la sua conferenza (vedi foto), lo studioso ha mostrato un duplice risultato: in primo luogo è possibile trasportare oggetti con il culo
(lo ha sempre sostenuto anche il nostro Krossky Skrotoff), e quindi generare nuovi posti di lavoro per culoabili. Negli Stati Uniti esistono già tre ristoranti in cui i camerieri servono le portate avvalendosi esclusivamente del culo.
In secondo luogo, Culobrado ha mostrato anche come l'inserzione di una semplice bottiglia di cognac o di mandarinetto nel culo possa agevolmente neutralizzare le scoregge e mantenerle all'interno dell'ampolla fin quando non si esce all'esterno, dopodichè si potrà finalmente sfilare dal culo la bottiglia e liberare il gas nel luogo più idoneo.

mercoledì, agosto 14, 2013

Prende la multa e chiede la grazia al
Previdente della Vepubblica



Dopo gli orologi sul polsino
una nuova moda appassiona gli italiani



sabato, agosto 10, 2013

OMAGGIO DEL PALLA RELOADED



FACEBOOK ORIGINALE-FACEBOOK ORIGINALE-FACEBOOK ORIGINALE

Alla rubrica "Tentar non Cuoce" editor Derek Vissani
(Malvito - West Sussex)

Qui si dispone di un'altra convenevole ricettina
autentica di Derek Vissani, come confezionata
distintamente nel locale "Palla di Pelo-Afrore Mediterraneo"
che è il mio ristorante che tra poco me lo fanno chiudere
di averlo aperto senza troppo can can che si è incendiato
e ci sono motivi assicurativi in vista.
Li vuoi due noccioline? Allora eccolo di ammannirvelo.

Che il piatto è "Le Melenzanine Fredde" in tutto e per tutto.

Prendiamo i nostri peperoni e i nostri pinoli
e li mettiamo da parte.

Ci ho detto: "Autelitana, taglia un po' a quelle
melenzane lunghe a fette del tuo spessore preferito
di mezzo centimetro, che devi metterle con un
pochettino di sale a schiacciarle di farci dare l'acqua.
Lo hai fatto? Fallo.
Che intanto lo hai preparato la salsa? Allora prendi
l'aglio che lo disponi nella nostra padella alta
o il tegame invariabilmente di alluminio e l'olio XV.
Dacci poco e inprofumalo di aglio che dopo lo togli.
Ti ha punto una medusa, Autelitana?
(Che Autelitana è Autelitana Trifirò, contronipote
di Gesuino Allen Staltari, mio cugino).
Andiamo, aggiungi il pomodoro passato grandino e aggiusta
di sale e fai andare che viene poi corposino di non farlo
venire diviso. E allora metticelo due dita di concentrato
di legarlo.
Rivestiti Autelitana. Ci siamo della salsa?
Mettici un occhio che ora devi friggere di abbondante olio
non di oliva ma arachide.
Le melenzane di ottenerle d'orate e croccanti e andiamo
a disporle sulla carta del rotolone.
Bravo Autelitana che sei adeguata. La teglia è qui.
Fai il primo strato di melenzanine fritte asciutte e
impicciale di salsa sopra. Quello buono per mettercelo
adesso è basilico dei mazzetti e tu ce lo metti a foglie
e poi ci rechiamo a disporVi alcunchè di parmigiano
grattugiato e hai fatto il primo.
L'altro strato è uguale e l'altro è uguale e l'altro è
uguale e fino che viene come tre dita di un uomo.
Ti sei regolata delle quantità? Regolati meglio la prossima
volta, di farla finita col tuo braccino corto.
Andiamo quindi a comprimerle leggermente di vedere se fa
acqua la salsa. Non la fa? Meglio per te Autelitana, che non
te li faccio rifare. Copri del foglio di stagnola e mettili
nel frigidaire, di lasciarle un giorno a insaporirsi a freddo.
Hai finito, puoi andare Autelitana."

Andiamo a mangiarle fredde domani
e che San Girifalco Abbott Cotroneo
vi protegge e adesso basta che devo
vedermi con Maggiorina Capece Schulthess,
di averci un intercourse, fatti i cazzi tuoi.

Cosa devo dirci? Di provarli. Hoffattobene-hoffattomale?
Diteladderek!

Li devi mangiare fredde-Li devi mangiare fredde-Li devi mangiare fredde

Condividi Tuitter Mi Piace Commenta e chi si è visto si è visto Questo Elemento

I N V I D I A C R E P A *** I N V I D I A C R E P A *** I N V I D I A C R E P A

FACEBOOK ORIGINALE - FACEBOOK ORIGINALE - FACEBOOK ORIGINALE

venerdì, agosto 09, 2013

La gnocca bionica

Sarà presentata a livello mondiale il 15 Agosto la nuova sensazionale invenzione della multinazionale Culotronix, azienda di Sylicul Valley all'avanguardia nella robotica. Si tratta di FIKAZZA 15, il robot analmorfico di ultima generazione. FIKAZZA 15 è in grado di assolvere a tutte le funzioni di un essere umano di sesso femminile: parlare, mangiare, bere, lavorare, defecare, orinare, chiavare, sputare, scoreggiare, etc. Il Prof. Entony Staceppa, direttore del progetto ha così dichiarato ai microfoni di ONDESTORTE:"Siamo molto soddisfatti del risultato abbiamo già 123.467 ordini per FIKAZZA 15,
che verrà spedita con un simpatico "Filettatore per cazzi" in omaggio, per facilitare il coito".
Sonde Retto
Rende Tosto
Dono Setter

giovedì, agosto 08, 2013

Ultime sensazionali scoperte della robotica

Dopo 15 anni di studi sulla robotica il laboratorio Sciakeltron ha assemblato il primo robot al mondo che spara scuregge digitali, l'assistente di laboratorio Giambattista Canex ha annunciato che il robot sarà pronto per la vendita a partire da ottembre 2013.
Scurex è in grado di tirare circa 20.000 scuregge differenti e a velocità differenti, dalla semplice sbuffata alla raffica tipo mitra.


mercoledì, agosto 07, 2013

Aggiornamento professionale


Letture estive consigliate per grandi e piccini

CRASTA SI A' FARMATA A ABALA
PANACCHIA
LA LANA A A FALA'
TRA UAMANA AN BARCA
A TRA MASCATTIARA

IL GIOCO PIU' IN DELL'ESTATE

Leccaculopoli è stato inventato  sulle spiagge di Cortina ed è subito diventato un must.
Le regole.
Disporsi in file da 8 persone sulla spiaggia a 1500 m.s.l.m., distribuire 57,9 dadi a testa, il mazziere deve dire "pirombo", i giocatori devono iniziare a correre in cerchio dall'alto verso il basso, chi rimane con il rotolo della carta igienica finito deve dire "gnagnaro" e resta fermo per un giro, a questo punto i 18 crupiè devono dare un uovo sodo e 89 carte scoperte ai 36 giocatori retro impostati, 18 devono starnutire, 2 devono emettere un peto e 16 fanno il cazzo che gli pare. si entra ora nella fase finale, i 152 finalisti saltano sul trabatello con un salvagente di porfido e dicono in coro "cagnasso", chi ha la matta paga pegno e prepara i panini con la mortadella. Restano in 89, disposti in file da 49, devono orinare in una provetta gridando "pece", chi esonda la piscia fa la penitenza. Vince chi perde la patente a Ronco.

lunedì, agosto 05, 2013

Festa dello Sciakelo 2013

Spezzone tratto dalla festa dello Sciakelo 2013


video

venerdì, agosto 02, 2013

il divertimento dell'estate

Si gioca così: in due o più concorrenti concorrono a strapparsi le mutante gridando "chi non caga nella branda gli si strappa la mutanda". Se uno caga nella branda vince e non può essere smutandato. Se nessuno caga si strappano le mutande e poi si strappano anche i coglioni. E' bellissimo!

ps. ricordarsi di mettersi gli occhialini protettivi da strappamutanda perchè può parrtire una scarica tardiva e si può rimanere ciechi

giovedì, agosto 01, 2013

Rebus 7,9

Quale importante dolce natalizio di una famosa marca si nasconde in questo rebu? Se l'hai indovinato? Eh???

Informazione Scientifica



La cosiddetta "sbrandata a mitraglia" (gunny shotass) è una manifestazione particolarmente acuta di alcune gravi patologie intestinali come il cagotto fulminante, la sciolta infernale, la diarrrea micidiale e la correntina assassina.
Essa si manifesta con un improvviso e forttissimo  spasmo doloroso al basso ventre, seguito da un'immediata e improrogabile esigenza di evacuare. 
Se si ha la fortuna di trovare un cesso nel raggio di pochi metri, la sbrandata a mitraglia potrà essere convogliata nell'apposito collettore in modo da limitare i danni. Se viceversa si dovesse stentare a reperire un luogo atto all'evacuazione c'è il rischio di coivolgere vittime inermi in una strage e di danneggiare in modo irrecuperabili indumenti e suppellettili. 
Nella diarrea a mitraglia (detta anche merda a bombarda, culo al fulmicotone o sparaculo) si ha un'estrusione violenta di merda liquida alla temperatura di 4000 gradi kelvin e con una compressione che può variare dalle 8,5 alle 14,65 atmosfere. Questa particolare sintomatologia si manifesta con scariche a bruciaculo, coliche anali, contrazione spasmodica dello sfintere e passaggio di ingenti quantità di merda allo stato liquido.
Ogni sbrandata a mitraglia può veicolare fino a 18 Kg. di sciolta rovente e in elevata compressione compressione, la sbranda può raggiungere una distanza superiore ai 20 metri.
Fino ad oggi la scienza non ha ancora trovato un antidoto alla sbrandata a mitraglia, che dev'essere arginata in ogni modo fin dalle prime avvisaglie per evitare il decesso dei parenti, che può avvenire sia perchè vengono coinvolti nell'esplosione siia per asfissia, data dai miasmi nauseabondi e infernali che in genere accompagnano ogni sbrandata a mitraglia.

Nella letteratura medica figura il caso di Roncola Mallory, una fisioterapista di Seattle che nell'autunno del 1986 venne colpita da un attacco particolarmente intenso di sbrandata a mitraglia mentre era sulla metropolitana. Nonostante Roncola avesse avvertito il personale e avesse chiesto di evacuare il vagone, l'esplosione coinvolse 24 persone di cui 8 rimasero sfigurate e 12 riportarono ferite simili a tatuaggi marroni a forma di sbranda in varie parti del corpo. Il conducente della metropolitana perse la vista e Roncola ebbe il culo deflagrato e una natica lacerata e ustionata e dovette sottoporsi a un delicato intervento ricostruttivo. 
Il tratto di metropolitana dove accadde l'incidente rimasze chiuso al pubblico per 18 mesi. Dopo quell'incidente il Governo americano lanciò l'importante campagna informativa di prevenzione "Your ass can kill. Sbrand at home", grazie alla quale i morti per sbranda diminuirono del 16% in soli 8 mesi.

NUOVO CINEMA ONDESTORTE - Anteprima Venezia 2013


Speciale Cultura: ONDESTORTE Cinema Dessé