venerdì, aprile 29, 2011

Sentirete parlare di lui

Fáraó-Techno szégyen, hogy az állati szagokat a testvére a Pápa!!!

LINK

L'epoca di Pavano Scorioni.


Nel 1742, durante un soggiorno ad Amsterdam, Pavano Scorioni conobbe il grande maestro fiammingo dell'incisione Culattinus Van Ragaden. I due grandi artisti subito legarono, scambiandosi reciprocamente orribili gas intestinali. Van Ragaden volle subito incidere il ritratto di Pavano. Ecco la famosa incisione recentemente battuta all'asta di Kuleby a Skoringhen, per 34 milioni di strerline.
P A V A N O    S C O R I O N I

Orazione dell'Aria
ovvero
Cantico delle flatulenze
1777


O immani dei! Potenze d' Oltretomba!
perchè tace il cul mio, e più non tromba?
Muto il bugliolo, muto é l'orifizio!
Da immemor tempo, ignoto mi è lo sfizio
che provoca quell'aere allo sfintiere
quando s'insuffla al buco del sedere!

E che m'affliggie ancor più crudelmente
è chel' istessa sorte sia per ogni gente!
Nessun più quaglia, alcun più si diletta
a far col cul la loffia e la trombetta!
Nessun più peta, inerti le budella
quale disgrazia, quale gran procella!

Mi prostro a Voi potenze dell'Eterno
chè sospendiate ai nostri cul lo scherno
d'esser forgiati per far gran rumore
e martoriati nel silenzio e nel dolore
Donate agli ani nostri aria novella
chè scoreggiando si strappi la budella!

Possano i nostri culi ancor sfiatare
e in allegrezza il peto modulare!
V'imploro per la grazia del Piloro
restituiteci la gioia di quel foro
dal quale ogni eterica schifezza
fugge da noi recando grande ebbrezza!

Le gesta di Pavano Scorioni

Riportiamo qui un passo tratto dalla celebre biografia di Pavano Scorioni, scritta nel 1867 da Allocco Pitocco Merdablasia. Nel dettaglio, si narra delle vicende che piortarono alla celebre "Orazione dell'aria" nota anche come il cantico delle flatulenze, scritta dallo Scorioni nel 1777, in occasione di una notevole carestia di fagioli che afflisse l'Italia in quegli anni bui. In conseguenza della carestia, gran parte della popolazione perse la possibilità di scoreggiare.

"Videronsi gesta di disperazione collettiva, donne che si laceravan le mutande e le gettavano nei tabernacoli, canonici che si introiettavano nel culo de' carretti, de'mantici, degli alari, nella speme che l'orifizio loro si slabbrasse e lasciasse uscir quel poco d'aria che allocavasi ancor nel lor culo. Fuvvi perfino un vescovo che si percosse il culo con una verga chiodata e non n'ebbe beneficio alcuno. Tutti isperavano e pregavano affinche il popolo e i nobili potessero tornare a scoreggiare soverchiamente come volevan le tradizioni.
Fu allora che lo Scorioni discese in strada e in preda a divina ispirazione proferì la celeberrima orazione. Subitaneamente il popolo fu con lui e le genti si riversaron nelle piazze e nelle calli ululando e sculacciandosi l'un l'altro. Alcuni lagrimavano per l'afflizione d'aver il culo silente da due lune. Altri imploravan gli dei d'aver ancora a sentire quel piacevol trombo che tanto ci rende ilari e grati al cul nostro d'esser sì eloquente.
Il vate proferì il cantico ed ecco che dopo pochi istanti s'udiron già i primi peti! Furon dapprima i fanciulli, con modeste trombette ovattate, ma poi s'aggiunse il popolo che scoreggiava profusamente e quando alfin s'ebbero anche i nobili e il clero, v'era nel borgo un tal chiasso da non potersi udire, ed alcuni perirono per l'odor di carogna che l'aria stagnata ne' culi da mesi avea disspiato per l'intera contrada"

L'epoca di Pavano Scorioni.


Questo celebre dipinto "Venere indisposta" di Hans Kulens (1700), con fumetto originale, fu utilizzato da Pavano Scorioni per illustrare il suo famoso trattato breve "Elegantia Peti", divenuto un testo di riferimento per tutte le nobildonne dell'epoca. Nel libro si possono trovare tutti i consigli per emettere simpatiche flatulenze a corte piuttosto che in un malizioso talamo o durante una scampagnata. La Duchessa Maria Purgata De La Paprech, intima amica del Sommo Scorioni e concubina del re Luigi XXXXVII, era solita consultare questo libro, prima di ogni scoreggia.

Queste sono le Scienziate che piacciono a noi


giovedì, aprile 28, 2011

Diporti di Corte

L'epoca di Pavano Scorioni.


Questo è il celebre dipinto "Il vento caldo di Venere" di Hans Von Kulen (1630-1795).
Fu ispirato dalle poesie di Pavano Scorioni, il sommo poeta, e fu uno dei primi esempi di fumetto barocco. Nel 1680 l'editore Cosimo Clistere da Piandelculo lo utilizzò per la prima edizione della raccolta di sonetti brevi "Defecazio Cupidi".

I grandi della letteratura: Pavano Scorioni

Vogliamo qui celebrare la figura di Pavano Scorioni (1674-1786), maestro della letteratura e padre della lingua. Nato a Flatulenzia da una famiglia benestante (il padre era trombaio, la madre mignotta), fu edotto fin da piccino sull'uso del culo dallo zio paterno Allegro Pantegano Scorioni, maestro cantore del Coro Anale di Santa Culabra ai primi del '700. Si distinse già da piccino come culo bianco nel Coro dell'Oratorio di Flatulenzia, dove iniziò gli studi di letteratura del cul e delli scorreggi presso il Convitto dei Culattieri Innominati di San Purgo. Laureatosi Priore del Culo a soli 17 anni, si dedicò allo studio dei peti e delle scorregge presso l'Ateneo Intestinale di Gorgonia, dove ottenne la cattedra di letteratura escrementizia e delle flatulenze nel 1699.
Tra le sue opere, oltre al celeberrimo e immortale De Sufflatis (1687), ove per la prima volta si delinea la nobiltà della scoreggia e la sua ineluttabilità nella vita umana, si ricorda il saggio De le variegazioni de lo scurreggio ovvero i variabili modi di modular l'aria del culo, pubblicato in 6 lingue (Copto, circasso, latino, italiano, francese e greco antico) per i tipi di Riccardo Prepuzio nel 1723.
Nel 1740 ultimò l'opera che lo avrebbe per sempre scritto nella storia, il famoso Sonum Culis un poema onomatopeico di 1300 pagine in endecasillabi sciolti, celebrante le gesta dei mitologici flatulenti della tradizione orobica. Il poema gli valse anche l'epiteto di "utopista del culo", poichè nell'opera si inneggia ad una società perfetta, regolata dai flussi intestinali e governata gerarchicamente da chi scoreggia meglio.

Rinascimento Italiano

martedì, aprile 26, 2011

verso ponente







I grandi della scienza - Cita Levi Montalcini

A questa grande scienziata afro-circassa di origini italiane si deve la scoperta del famoso anello mancante. Nei laboratori del Cul di Ginevra, una ricercatrice aveva perso l'anello di finanziamento (aspettava 10.000 euro dalla CE), e Cita Levi Montalcini l'ha ritrovato.

Diporti Campagnuoli

I grandi della scienza - Isaac Newton

I grandi della scienza - Gay Lussac


Ben volentieri riportiamo quella che fu l'enunciazione finale della nota legge del celebre scienziato:

Sia dato un culo ideale Ci ed un cazzo k in esso penetrante. Denominando (c)  il coefficiente di dilatazione anale ed (a) la corrispondente e contraria contrazione anale (condizione di base, presente all'inizio del processo), e sapendo che k penetra in Ci ripetutamente e e con azione alternata, prima intrusiva che determina in modo corrispondente una dilatazione (c), e poi estrusiva che produce una contrazione (a), si evince che l'emissione sonora x prodotta dall'azione di k che penetra in Ci è esprimibile tramite una funzione della contrazione (a) , la quale se tende ad infinito rende impossibile il processo. Ponendo dunque l'emissione sonora come elemento da ricercare o incognita (x), verifichiamo che essa è determinabile tramite l'equazione:

x = f(a) Ci(c)k-Ci(a)k

Ovvero: l'emissione sonora del cazzo che penetra nel culo è funzione della contrazione anale per il culo dilatato moltiplicato per il cazzo meno il culo contratto moltiplicato per il cazzo. Da cui si deduce l'esatta frequenza sonora della penetrazione, che poi la vulgata ha tradotto nella nota locuzione.

sabato, aprile 23, 2011

Non pubblico quasi mai roba fatta da altri, ma questa è notevole. Ho riso molto.

giovedì, aprile 21, 2011

Lieto evento in casa Dracula

Il conte Calogero Dracula di Transilvania e la sua consorte Duchessa Luganega Tampax di Ferrania sono lieti di comunicare che dopo 34 mesi di gravidanza hanno finalmente avuto un erede: si chiama Canino Sanguiccino III Dracula Tampax, conte di Marassi.

mercoledì, aprile 20, 2011

Abbigliamento rivoluzionario, che cambia la vita

E' quasi estate, e la diarrea è alle porte. Uno degli inconvenienti legati alla diarrea ( o allo stimolo improvviso di evacuare) è la corsa fino al bagno e poi ancora la difficoltà di doversi tirare giù i calzoni, magari in preda agli spasmi e con la diarrea già fuoriuscente. Può capitare inoltre che qualcuno (i camerieri, i parrucchieri, i panettieri e i tornitori ne sanno qualcosa) abbia le mani occupate e non possa smettere di lavorare. Aggiungete inoltre che i pantaloni accartocciati ai vostri piedi mentre cagate, strisciano sul pavimento raccogliendo germi e sporcizia annidata tra le piastrelle. Basta con queste scomodità e con questa scarsa igiene! Basta con questo modo di cagare laborioso e obsoleto! Ondestorte sponsorizza questa nuova linea di abbigliamento nata da SterylMerda fashion Division.

Con EasyCack puoi cagare ovunque senza bisogno di tirarti giù i pantaloni (è utilissimo in caso di diarrea, nei viaggi esotici e dopo le cene con gli amici). Non è necessario neanche pulirsi il culo, operazione che potrà essere svolta con calma, a casa, nella privacy del proprio bidet.

New Brand

lunedì, aprile 18, 2011

M'IMPORTA UN CAZZO, M'IMPORTA NA .........

Il primo fan di Ondestorte



E' il Sergente Von Pancendorf che ci seguiva già durante la II Guerra Mondiale.

Uomo intelligente, avanti rispetto ai suoi tempi, non diceva però a nessuno di essere un nostro fan.

domenica, aprile 17, 2011

Curiosità Anni '60

Tutti o quasi tutti conoscono la celebre Mary Quant, l'inventrice della minigonna che lanciò nella prima metà degli anni 60, facendola indossare a una parrucchiera di 17 anni, Leslie Hornby detta Twiggy.
Assai meno nota alle cronache è invece la stilista e cantante Any Roth, anch'essa attiva nell'underground degli anni 60, inventrice della Merda Yè-Yè.
La merda Yé-Yé era un ballo che ebbe un incredibile successo nell'estate del 67 e prevedeva che durante il ballo i ragazzi e le ragazze sbrandassero fuori dal culo delle graziose spirali di merda. Queste spirali si otttenevano con uno speciale gadget di plastica a girandola che si infilava nel culo e creava questi effetti molto beat, a condizione che la merda fosse liquida, logicamente.
Any Roth vendette oltre 30 milioni di copie della Merda Ye-Ye, e con i proventi delle valvole a sondino per produrre la spirale di merda si comprò una tenuta nel Devonshire. Purtroppo non potè godersi la sua immensa fortuna: una valvola difettosa le fece esplodere il culo la sera del 26 giugno del 1970 durante un party nella sua villa di Beverly Hills.

giovedì, aprile 14, 2011

Antiche usanze: l'espulsione del pesce dal culo

Riproporremo qui alcune usanze in vigore nei tempi andati ed oggi cadute in disuso. Una di queste è l'espulsione del pesce dal culo, una antica pratica in uso nei villaggi marinari del mediterraneo per tutto l'800. Il cuoco (o la cuoca) si introiettava uno o più pesci nel culo (in genere lasjherti o luassi). Successivamente veniva praticato un clistere di aceto, e il pesce e veniva lasciato marinare nel culo per un paio d'ore. Poi veniva espulso con una forte spinta (la cosiddetta scurregg e' mare) e sparato direttamente nel piatto di portata, con gran visibilio degli ospiti. Contrariamente a quanto si crede, non si tratta di una pratica "soltanto" popolare. Risulta infatti alle cronache che la Contessa Piovra Culabronda Bulagi di San Caciucco in una sera estruse ben 936 pesci, compresi due pesci spada di circa 40 Kg. e una ricciola che rasentava il mezzo quintale. Sembra anche che la granduchessa Pelvica Strapazzata Sucapesci della Buridda si divertisse a trasportare i pesci rossi da una fontana all'altra del suo parco infilandoseli su per il culo e poi centrando le diverse fontane da distanze molto elevate (circa 26 metri).

Un dramma umano

Vi vogliamo rendere partecipi del terribile dramma che ha colpito fin dalla nascita i due fratelli Prepuzio e Pancrazio Pirlazzi, due fratelli siamesi attaccati l'uno all'altro per il pirla. Nessuno di voi riesce a immaginare la tragedia di avere il pirla vulcanizzato al pirla di vostro fratello. Non restate insensibili a questa condanna della natura: inviate una sottoscrizione a Ondestorte. Una volta raccolti i fondi (servono circa 60 euro + iva) Il Prof. Tronchese Roncoloni de Cutter, ordinario di Separazione del pirla all'Università di Bavastrelli si occuperà del delicato intervento.

mercoledì, aprile 13, 2011

Super bomba sexy gnocca assatanata prova i microfoni per Ondestorte

Sesso esplicito, atti osceni in luogo pubblico, nudità perversione e vergognosa esibizione di strepitose femmine vogliose che collaudano presidi audio per Ondestorte. Avendo queste giovani stagiste una estrema dimestichezza con i vibratori, è stato necessario lavare il cervello di queste giovani Aspiranti ad Arcore e insegnare loro il corretto uso del microfono. Nonostante questo, la giovane Murena Sperma ha collaudato più di centocinquanta microfoni in un'ora, simulando orgasmi e ululando di piacere a scopi tecnici, scegliendo alla fine il più idoneo microfono per Onderstorte. Questo post è strutturato klg X45.

NUOVO FORMAT

Sperando di fare cosa gradita ai visitatori di questo blog, abbiamo modificato il format. In questa nuova versione si possono attivare feed sui social networks e in fondo alla pagina troverete anche la hit dei post più cliccati.

Contributi scientifici: L'ovulazione

L'ovulazione (nella foto) si ha quando vomita una donna con la bocca a culo di gallina. Il vomito estruso, a causa della sua forma a uovo, viene chiamato uovo. Dalla confusione tra uovo e uomo deriva gran parte dei problemi di coppia.

Il Risorgimento secondo ONDESTORTE.


Questa è una delle prime immagini fotografiche in cui è ripreso Alfonso Maria Bullone Cagoduro Da Montemerda, nobile romagnolo figlio di Orinale Bullone Cagoduro Da Montemerda, conte e umanista, e di Brandina Pitulfa Solfatara Da Ingoiatutto, marchesa allevatrice di coleotteri. Alfonso Maria Bullone, da tutti creduto un debosciato fancazzista, in realtà si distinse per un gesto eroico ed altruista. Ubriaco e drogato, per scommessa con il suo compare Duraturo Emancipato Fetente Dalla Mamma Maiala, duca di Cagalamorte, inculò 537 galline e 59 galli dell'allevamento del generale austriaco Gunter Interkulen. Il generale, folle di gelosia (se le inculava lui), sguinzagliò 13 divisioni alla ricerca dello stupratore di gallinacei, e gli austriaci furono cacciati dall'Italia.

sabato, aprile 09, 2011

Alieni 5



Questo alieno, di cui pubblichiamo la fotografia in esclusiva, fu prelevato dal pianeta Merda 369 e utilizzato per le più basse mansioni a bordo della nave Enterprise, come si nota dal distintivo che porta. Appartiene alla razza Orellavac, originaria del sistema del Culo Stretto di Betelgeuse presso Ladispoli. Costretto a nutrirsi delle feci degli ufficiali dell'astronave, riuscì a ribellarsi e a prendere il comando. Qui sorride gioioso in attesa di inchiappettare il dottor Spock col suo tentacolo rotante.

Alieni 4


Gli inviati di ONDESTORTE hanno scoperto un nuovo alieno che, privo del permesso di soggiorno, vive in cucina nascosto.
Eccolo nell'immagine, si chiama Onafets Iruanif e il suo nome terrestre è Piercazzo Poltiglia; si nutre di sputi e vomito di ubriaco (quello color vinaccia). Quelli che sembrano occhi sono in realtà i suoi testicoli e quella che sembra la fronte è il membro, indossa il tipico preservativo del pianeta Galusc (sembra una cuffia). Infatti, a detta della moglie, è una emerita testa di cazzo.

venerdì, aprile 08, 2011

Alieni 3


Il terzo alieno è OIDALC ODNALRUB, il suo nome terrestre è Orrido Pitale, si nutre di krapfen ripieni di merda umana. Ha un solo occhio, con il quale mastica e cucina i cibi, una bocca a cuore che in realtà è il suo buco del culo. Pare che sia odiato dai vicini perchè si masturba nel portone (le orecchie sono i suoi peni), tirandosi i lobi furiosamente.

Alieni 2


Ecco il secondo alieno, si chiama ATRAM IZNECNIV, il suo nome terrestre Eritreo Pus, si nutre solo di gatti in salamoia, li introietta da quello che sembra l'orecchio sinistro e li defeca da quello destro. Si riproduce per sporogonia ed è un bastardo pezzo di merda (così dice la sua ex fidanzata.

Alieni 1


Dopo anni di ricerche sono stati scoperti tre alieni che vivono in una casa del centro di Genova. Provengono dal pianeta Galusc della Galassia Strudel, la loro astronave si è schiantata sulla Terra (in maniera irriparabile) nel 1960; sono di tre specie aliene diverse. Il primo (nell'immagine) si chiama OILIS INOCSULREB, il suo nome terrestre è Prurito Dell'Ano si nutre di sterco di gabbiano e beve trielina, anatonicamente possiede solo una specie di bocca che usa per mangiare ed estrudere scarti (feci e orine); pare che la bocca sia anche il suo organo genitale. I suoi vicini di casa lo definiscono: "Stronzo extracomunitario di merda" a causa del suo carattere immondo.