venerdì, ottobre 29, 2010

Riciclaggio


Ricordiamo un nostro precedente post:

Dopo anni di lavoro e grazie all'impegno di oltre 350 scienziati, studiosi, artisti letterati coinvolti nel progetto, Steryl Merda Media Division, con il patrocinio degli Stati Uniti d'America, del Reparto di Gastroenterologia dell'Ospedale di Houston, della Rete Fognaria Italiana, dell'Onu, della Nato, di Amnesy Internetional, di Ciccio Scareggio, è lieta di annunciare al mondo l'uscita di un'opera senza precedenti:
LA GRANDE ENCYCLOPEDIA DELLA MERDA
Un'opera prestigiosa in 64 volumi rilegati in vero budello, affronta tutte le tematiche della merda, dai quesiti filosofici ai più progrediti impieghi industriali, con vaste sezioni artistiche e culturali con meravigliose immagini ad alta definizione.
LA GRANDE ENCYCLOPEDIA DELLA MERDA
Una testimonianza di buon gusto, di stile e di cultura, un'opera veramente valida che non può mancare nel Vs scaffale, al quale conferirà un prestigioso status testimoniando la vs levatura sociale e economica.

Le letture di ONDESTORTE.


Una lettura emozionante per una storia vera, un'intera epopea racchiusa in una parola, "CULO".
Anacleto Sfinterio supera le barriere dell'intimo e della morale corrente, raccontando la sua storia d'amore anale con un guidatore di autobus tossico e con un vigile urbano oligofrenico. Un susseguirsi di furibondi accoppiamenti e trenini tra i protagonisti con momenti di commovente lirismo (segnaliamo il capitolo dove i tre, dopo la copula, attendono l'alba, nudi, tenendosi per mano alla discarica di Scarpino).

giovedì, ottobre 28, 2010

Le letture dada di OndeStorte

Il primo e unico numero del "giornale trasparente" pubblicato da Tristan Tzara nell'aprile del 1922, in risposta agli attacchi di André Breton sul secondo numero di Comoedia del marzo dello stesso anno.
Contiene testi di Éluard, Ribemont-Dessaignes, Satie, Fraenkel, Huidobro, Péret, Soupault, Duchamp, ecc.
Questa è la versione creata espressamente per Ondestorte. Infatti nell'edizione corrente in luogo della parola "CUL" compare la parola "COEUR"

Clamoroso? Rifiutata dai media la pubblicità di Ondestorte

Quest'anno Ondestorte, con il supporto della celebre agenzia di pubblicità Ace & Flanaghan, aveva programmato una grande campagna pubblicitaria, con un budget previsto di oltre 6 milioni di euros.
L'art director di Ace & Flanaghan, il circasso Tomajok Plastijpiompos, ha formalizzato l'idea perfettamente. Nel suo "mi mangio una merda" c'è tutto il dramma e il desiderio di riscatto dei cretini, che per emanciparsi non trovano niente di meglio da fare che mangiare la merda. Purtroppo la campagna non è piaciuta ai media. "Eppure non siamo atei, non siamo tossici, non siamo negri e neanche comunisti.... e tra di noi c'è un solo terrone, ma per parte di madre. Di donne non ce n'è, quindi zero amoralità. Non capiamo il perchè di questo accanimento" ha dichiarato l'ideologo di Ondestorte Sig, Caramello O'Braian.

Le letture di ONDESTORTE.


Anche i grandi editori francesi danno il giusto riscontro al culo. Odile Jacob ha pubblicato una serie di testi di scrittori russi, il cui argomento è il culo con tutte le sue mille sfaccettature. Vi proponiamo il libro/diario di Boris Culniach, scrittore russo dissidente, a lui si devono molti testi e trattati sul culo (ha inventato lo sciopero del culo, incatenandosi, con altri 6542 dissidenti, ai cancelli del Cremlino e rifiutandosi di defecare per 6 anni).
Proprio per questo eclatante gesto è stato condannato, dal dittatore Stalin, a 48 anni di gulag con somministrazione quotidiana di 26 litri di purgante introiettato nel culo con un clistere. Il libro è un vero e proprio diario di prigionia, con dettagliate descrizioni dell'uso smodato del culo a cui Culniach era sottoposto. Tornato dalla prigionia, Boris ha cambiato sesso (nella foto di copertina) e si è fatto ricostruire il culo.

Scoperto un inedito di Sartre

Nei magazzini di una celebre casa editrice francese sono saltati fuori moltissimi volumi di un'opera sconosciuta del celebre filosofo J.P.Sartre.
Il testo, dal titolo "Me rut le cul" (mi rutta il culo, ndr) sembra offrire una visione revisionista della prospettiva esistenzialista che ha reso celebri le teorie esistenzialiste di Sartre. Il grande pensatore si pone alla fine le domande fondamentali, eluse dall'esistenzialismo: essendo la scurengia un atto semiotico, qual'è il suo significato? Domanda che ovviamente ne sottende un'altra, epistemologicamente superiore, e che riguarda lo statuto ontologico del culo.
"Che caz est le cul?" (che cazzo è il culo?) si chiede il filosofo, ed elabora le sue risposte a partire proprio da una posizione gnostica che scarta ogni tipo di elucubrazione ermeneutica ed ogni sofismo dialettico. Puntualmente rigoroso come sempre Sartre si pone come un nuovo Eraclito di fronte al clinamen del culo. Culo e "non culo" non si fronteggiano solo come paradigmi dialettici, ma come lembi di una vera e propria "magna quaestio" destinata ad influenzare tutte le defecazioni da oggi all'avvenire.

martedì, ottobre 26, 2010

Paese che vai....


I fotoreporter di ONDESTORTE sono sempre in giro per il mondo e inviano in redazione le immagini dei personaggi più interessanti. Ecco, dal Marocco, due fratelli beduini al mercato di Marrakech. Sono Bezir e Bulaf Bazziri El Hallabas Ib 'Nsukkur, venditori di spremuta di testicoli di cammello (le tazze d'oro sono appese al collo di Bulaf), considerato un potente afrodisiaco.
Bezir e Bulaf si sono dichiarati grandi ascoltatori di ONDESTORTE e sarebbero interessati ad accoppiarsi carnalmente con Derek Vissani. Ci hanno offero in cambio 2 litri della loro spremuta.

lunedì, ottobre 25, 2010

Le letture di ONDESTORTE.


Un grande romanzo di Kulamoto Galushi, sicuramente il più importante scrittore giapponese.
Nelle 4823 pagine del libro potrete ritrovare tutta l'epopea dei Samurai. Cinque grandi Samurai, Odori Difogna, Sudori Marcishi, Titiro Lafune, Mikaki Dallano e Katzuro Tipisci combattono per il loro Shogun usando le loro katane ed i loro ani putrefatti.
Essi riescono infatti ad uccidere i trentamila Ninja Sodomiti a colpi di spada, dopo averli tramortiti con le loro scoregge all'afrore di fiori di loto e cipolla esplosa.

Le grandi collane editoriali.


Chi di noi non ha provato un brivido in fondo al culo leggendo i Gialli Culadori?
Oggi esce la ristampa completa di tutti i titoli. prenotateli presso la libreria di fiducia ed in brivido freddo vi gelerà il culo.

domenica, ottobre 24, 2010

Ormai sono pezzi da collezione


Culania è una collana editoriale italiana di culoscienza. Nel 1952 la casa editrice Montadori lancia con questo nome una collana di romanzi ed una rivista, ispirandosi per il nome a Culania, la musa della sodomia. La rivista (di racconti) finisce le pubblicazioni dopo soli 14 numeri, ma il nome rimane legato ai romanzi, che invece incontrano subito i favori del pubblico: il primo dei "Romanzi di Culania", Le sabbie di Merda di Arthur Culo, esce il 10 ottobre1952.
Nata per alternarsi ogni dieci giorni con la rivista (usciva il 10 e il 20 di ogni mese), la testata I romanzi di Culania esce inizialmente ogni decade poi, per un breve periodo, diventa settimanale (19551956) e quindi quattordicinale, finché nel 1957 prende il semplice nome di Culania. Rimane quattordicinale fino al n. 766 (1979), allorché ridiventa settimanale, con una tiratura mensile che arriva a sfiorare le 100.000 copie. Torna quattordicinale con il n. 896 (1981) fino al 2004, quando l'uscita diventa mensile. Sotto la testata di Culania viene altresì ripresa occasionalmente la pubblicazione di racconti brevi, sotto forma di antologie o in appendice al romanzo principale.
Il ruolo di Culania nella lettura culoscientifica degli italiani - malgrado una rigida programmazione editoriale dello sviluppo in termini di pagine che comportava tagli anche non indifferenti del testo originale - è considerato rilevante: molti autori come Isaac AsinovPallardStick e tanti altri furono pubblicati per la prima volta in questi libri dal cerchio rosso in copertina (la cui parte grafica è stata per lunghissimo tempo curata da Karel Hole). La distribuzione come rivista e non come collana, d'altronde, ha costantemente reso difficile l'accessibilità nel tempo alle opere ivi pubblicate per l'elevato fetore di culo che trapela dalle pagine ingiallite per cui pure è fiorito un mercato dell'usato.
Dopo oltre 50 anni di storia, Culania è tuttora in edicola. La stessa pubblicazione, con l'enorme quantità di materiale pubblicato ha contribuito in modo decisivo alla conoscenza della culoscienza internazionale nel nostro paese. La collana ha inoltre istituito un concorso letterario, il Premio Cosmo Culo, per opere inedite di culoscienza italiana.

from Culopedia www.culopedia.com

Non dimentichiamolo

 
Peter Folosimo, parallelamente all'attività di giornalista e agli studi di  fanta-archeologia e pseudoarcheologia condusse con continuità un'approfondita ricerca nell'ambito della culologia teorica e dell'analismo applicato. Di seguito una succinta bibliografia.
OPERE
Il culo sconosciuto, Torino 1957
Terra senza sfintere, Torino, 1964
Ombre sulle natiche, Milano 1966
Psicologia dell'ano, Milano 1967
Non è anale, Milano 1968
Il comportamento anale degli europei, Milano 1971
Culi sulla preistoria, Milano 1972
Guida al mondo del culo, Milano 1974
Odissea anale, Milano 1974
Polvere di culo, Milano 1975
Fratelli del culo, Milano 1975
Cittadini dello sfintere, Milano 1977
Civiltà dell'ano, Milano 1978
Culi di luna, Milano 1979
Italia sfintere cosmico, Milano 1979
Io e il culo, Milano 1979
Viaggiatori del culo, Milano 1981 (estratto)
Fronte del culo, Milano 1982
I misteri dello sfintere, Milano 1982
COME CURATORE
Pi Kulo, rivista di mistero, archeologia anale ed esoculologia (diretta da Peter Folosimo), I-II,Milano 1972-1973
Dimensione Ano, enciclopedia del mistero anale (coordinata da Peter Folosimo), 1-10, Milano 1982


E' il boom del culo!


Ora che si è scoperto il potere psicologico del culo (come noi sosteniamo da anni) e i suoi effetti sul pano energetico e su quello terico, non si contano più le iniziative editoriali che mirano ad approfondire il ricco patrimonio di potenzialità del culo. Dal fai-da-te alla newage tutti oggi dedicano libri all'energia anale.

ESEGESI FILOLOGICA DELL'IPNOSI ANALE



Stimolati dalle recenti notizie, i nostri studiosi si sono messi alla ricerca di fonti per individuare dove è nata l'affascinante teoria di Clotilde Mirra Bonifazio, che con un testo divulgativo ha saputo diffondere e rendere disponibile al grande pubblico i segreti dell'ipnotismo praticato nella zona perineale o sulle natiche. E' emersa con grande chiarezza la figura - purtroppo sfuggita agli analisti ufficiali - di Pilor Diverticol Enteroclysmah, accurato studioso e prosecutore del culismo lettone, una scuola di terapia psicodinamica del culo sviluppatasi a Riga nel 1921.
Nel testo di Enteroclysmah, che si legge come un romanzo, vengono rivelati i segreti degli antichi inculatori delle civilta causcasiche di Vrblinsk Dreputr e degli insediamenti danubiani della Cultura Drmghijedrfludr. Furono proprio quelle antiche stirpi, dedite alla mentalizzazione della merda, le prime a percorrere i prodromi dell'ipnosi anale. Nei famosi rituali frghjnbrewdrem delle origini si introduceva un fredgrjghmidr (bastone rituale incastonato di diamanti) nel culo dei giovani adepti. Successivamente questa pratica fu abbandonata perchè i diamanti spesso non venivano recuperati. La pratica venne sostituita da una sua semplice ritualizzazione in cui l'adepto non veniva penetrato realmente, ma vi sono testimonianze che certificano come gli adepti provassero ugualmente intenso dolore e a volte anche sanguinamento dello sfintere (anij sangrdjie flkijerdrem). Era nata così la tecnica della suggestione perineale ripresa poi nei laboratori di Riga dall'equipe del prof. Buko Pernàk, fondatore del culismo.
In questo saggio approfondito e circostanziato, Enteroclysmah ci guida nel modo misterioso dell'aura fetida, delle vibrazioni orgoniche coincidenti con la sinusoide delle scuregge, ci apre infine uno spiraglio su quell'immensa galassia di misteri che noi normalmente chiamiamo buco del culo.

sabato, ottobre 23, 2010

Sullo scaffale - Le Recensioni di Derek

Quindi: Clotilde Mirra Bonifazio nasce a Malvito da genitori abissino danesi nel 1927. Fin dalla più tenera età sperimenta l'ipnotismo, dapprima sui familiari (a lei si deve la levitazione naturale del fratellino Empedocle, che ne muore) e di seguito su animali persone e cose, anche vegetale e minerale. Va bene? Dopo alcuni lustri di studio matto e disperatissimo approda a San Pietroburgo dove entra in familiarità con il nipotino di Rasputin, Margolio Rasputinozzi, che le svela dietro compenso le quattro colonne dell'ipnosi: Culo Figa Tette Merda.
Da lì tutta una vita in discesa, con immensi riconoscimenti accademici che me ne imbelino.
Questo suo "Ipnosi Anale" si legge tutto di un fiato, e che san Deferente da Malcesine vi protegge ciao. Intanto l'editore sono io della Universale Economica Derek Vissani.

venerdì, ottobre 22, 2010

Cancrena & Felicità Home Supporting Ltd. News


Una nuova felice creazione di C&F HS: il meraviglioso diorama in scala 1:2 "Mocassini Che Hanno Pestato Una Merda". Una splendida fusione in lega simil bronzo del grandissimo creatore Guiduccio, noto in tutto il mondo per il suo realismo eclettico-neoplasticista di matrice new rich hip hop hup.
Questo rutilante soprammobile arrederà la Vs. casa con prestigio ed eleganza, donando un tocco di classe ai Vs. arredi e sottolineando il Vs. status con accattivante sfiziosità. Sarete invidiati dai più poveri e riconosciuti di pari-grado dai molto molto benestanti per non dire ricchi o ricchissimi. L'articolo viene fornito insieme con una fiala di Essenza di Merda, poche gocce della quale sono in grado di rendere odoroso il Vs. soggiorno per molte ore.

giovedì, ottobre 21, 2010

Il cavalluccio spara-galusci bronzeo: eccezionale suppelletile da difesa

Appartenuto al vescovo lesbo-punk Mons. Hitler Rataplan, questo eccezionale cavalluccio bronzeo verrà prodotto in serie dalla Cancrena & Felicità Home Supporting Ltd. Esso arrederà la Vs. casa con prestigio ed eleganza, donando un tocco di classe ai Vs. arredi e sottolineando il Vs. status con accattivante sfiziosità.
Sarete invidiati dai più poveri e riconosciuti di pari-grado dai molto molto benestanti per non dire ricchi o ricchissimi.
Ma non è tutto, infatti questo inimitabile pezzo d'artigianato sardo-taiwanese, eseguito dalla celebre paleontologa lap-dancer e parlamentare cilena Coriandola Tranvajos Slabradores de los Culos è anche un mirabile capolavoro di ingegneria meccanica in grado di estrudere dal suo piccolo culo ben 350 proiettili in acciaio, grazie ad un meccanismo di propulsione ad aria che ha come effetto collaterale la rumorosità tipica delle scuregge equine. La coda si solleva, il cavalluccio fa "prack" e spara fuori dal culo queste piccole ma micidiali pallottole cal.22. capaci di sventrare un ramarro a 100 mt di distanza.
Grande divertimento, quindi... ma anche autodifesa. Opportunamente orientato, il cavalluccio può colpire i Vs. ospiti e toglierveli dai coglioni.

mercoledì, ottobre 20, 2010

Indagato manager della Findus per stalking verso il ramarro della pubblicità

Un ancora imprecisato dirigente della celebre azienda dei surgelati è stato raggiunto da un avviso di garanzia per molestie sessuali ai danni di Carletto, il celebre ramarro ingaggiato dalla Findus per impersonare un camaleonte.
"Ha tentato di incularmi più volte, e una volta mi ha anche infilato un sofficino nel culo. Lì per lì è stato piacevole, ma quando è uscito il formaggio fuso il mio culo sembrava l'etna" ha dichiarato Carletto ai pm che indagano. Da indiscrezioni sembra che esistano anche dei filmati in cui il ramarro viene costretto a ballare vestito da lumaca su una merda di rinoceronte.
"Non possiamo più sopportare una discriminazione così forte" ha dichiarato ieri Paracaarro Navarro, segretario della CIGR, il sindacato dei ramarri.
"Se questi episodi continuano ci vedremo costretti ad uno sciopero generale dei rettili. Abbiamo già l'adesione delle salamandre e dei tritoni di sinistra. Se anche le lucertole dovessero aderire, lo sciopero potrebbe paralizzare l'intero sistema.

Risolto in maniera definitiva il problema della durezza del pirla

Una semplice staffa in polimero (come quelle usate per molti elettrodomestici) può risolvere per sempre il problema del belino mollo che si piega. Ci ha pensato il grande designer Pery Neo, con "Stasù" il suo simpatico ed innovativo reggicazzo presentato alla Biennale dell'Impotenza di Domodossola.
Basta inchiavardare la base del reggipirla alla zona perineale tramite bulloni (oppure con collante bicomponente), regolare l'inclinazione del cazzo desiderata e fissare l'uccello mollo sull'apposito sostegno guida, quindi fissarlo con due rivetti o graffette metalliche. E poi... divertitevi: costa solo euro 13,50 nella versione base.

martedì, ottobre 19, 2010

Ci siamo anche noi

Diritti ai ramarri gay

Violenza sui ramarri.


Ecco il testimone ed il concept della campagna (affidata dal Ministero dei Rapporti con i Ramarri alla celeberrima Agenzia ACE & FLANAGHAN di Genova n.d.r.). Lo splendido esemplare, di nome Catarro, è stato scelto per l'intensità dello sguardo e l'assoluta perfezione del viso. L'art director dell'agenzia Marcus Wymarket ha così motivato le scelte strategiche. "Quando ho visto Catarro il ramarro, durante il casting, ho subito capito che era perfetto. La nostra intenzione è quella di far capire al grande pubblico che, se inculi un ramarro è come se profanassi il tuo stesso culo".

Violenza sui ramarri.


Dopo la campagna mediatica di ONDESTORTE, si intravedono i primi segni di una presa di coscienza da parte degli enti pubblici.
Ecco come il Comune di Melegnano ha iniziato la campagna di tutela dei simpatici animali. E' stata approvata una delibera che prevede "....il taglio del pirla ed i sigilli di piombo al culo..." (ne citiamo uno stralcio), per chiunque venga sorpreso ad inculare ramarri, anche se maggiorenni e consenzienti. Un atto di grande civiltà.

Dobbiamo fare qualcosa

Le recenti ripetute notizie di violenze sui ramarri a cui umani hanno deflagrato il culo, ci hanno spinto a intraprendere una crociata in difesa dell'orifizio di questi graziosi animaletti verde azzurri. Nasce così ad opera di Ondestorte un altro Ente Mangiasoldi che succhierà sottoscrizioni a tutto spiano. Si chiamerà SIR AID (Stop Inculaggio Ramarri) e avrà sedi in Italia, Portogallo, Svezia, Estonia, Corea del Sud e Guatemala. Contiamo sulla partecipazione di Sting, Bono degli U2, CosìCosì degli U3, Malo degli U4, Peter Gabriel, Pavarotti (manderebbe la salma come atto di presenza, come pure farebbe Mike Buongiorno). In forse la partecipazione di Carla Bruni e di' Stefania, mi presti Giacomo?

versamenti sul mio C/C per il momento, poi si vedrà

Finalmente una illusione ottica che non fa cagare

lunedì, ottobre 18, 2010

Violenza sui ramarri.


Questo signore dall'aspetto elegante e di modi aristocratici e raffinati è Agostino Maria Della Pappagorgia Ascetica marchese di Belfico, ricchissimo e bizzarro aristocratico. E' stato sorpreso mentre inculava un ramarro nei gabinetti della stazione Termini.
Il marchese ha confessato di avere da tempo una relazione con il ramarro e che l'animale era consenziente e maggiorenne.

Violenza sui ramarri.


Questi sono i fratelli Henry e Duodenus La Diarrea, contadini di Beet Horzol nell'Oregon.
Sono stato sorpresi dallo sceriffo Sal Pitcius mentre inculavano a turno un ramarro nel gabinetto dell'emporio del paese.
I due depravati sono stati salvati a stento dal linciaggio, a Beet Horzol hanno sede i più importanti allevamenti di ramarri degli USA ed è molto attiva la lega "Non inculate i ramarri".

Violenza sui ramarri.


Sconvolgente caso di violenza a Grattaculo, ridente paesino della Bassa Padana.
Il parroco Don Ignazio La Guersa pare che si sia accoppiato contro natura con due ramarri maschi, per di più minorenni.
Il Vaticano sta indagando per poter prendere adeguati provvedimenti nei confronti del prete bavoso.
Monsignor Irsuto Smutandati, capo della commissione che indaga sui "Preti inculatori", ha così dichiarato ai microfoni di ONDESTORTE: "Questo è un caso atipico perchè, se verrà confermata e provata l'accusa nei confronti di Don La Guersa, non abbiamo precedenti di diritto penale sugli inculatori pedofili di ramarri".

venerdì, ottobre 15, 2010

Voglio

una radio ondestorte dello streaming che così ci metti il loop delle trasmissioni o i pezzi e lo senti mentre vai su facebuc e chi si è visto si è visto che posso anche dare le ricettine online di www.piegaloalibrettodopoaverloprivatodegliaculei.org va bene?

Un film indimenticabile (specie per l'ultimo della fila)

Avanti col federalismo!

Dopo quasi vent'anni di progetti berlusconiani e leghisti, i federalismo è ormai una realtà, e tutti i comuni, in base alla regola "mi fo quel che me pias, négher va a dà via i ciapp" stabiliscono le regole a cazzo & campana. Un particolare plauso va al Comune di Fanculo (CP), che ha proibito il pericolosissimo lancio di escrementi ed offre (ma solo ai residenti) un servizio pubblico di sesso orale.

giovedì, ottobre 14, 2010

Un grande aeroporto.

OndeStorte 2010 - 2011

((*))
xx
XX
XXX
Ondestorte ti mette
la radio nelle mutande.
E dove ti mette l'antenna?

mercoledì, ottobre 13, 2010

martedì, ottobre 12, 2010

Steryl Merda chiede 850 milioni di dollari di risarcimento

Un evidente caso di plagio industriale (vedi il filmato) , ma anche una soddisfazione per noi: la divulgazione della cultura del culo sta facendo sempre più proseliti...

Comincia a fare freddo...

Corriamo ai ripari con un bel copricapo alla merda. Per lui e per lei, un cappello in vera merda è garanzia di tiepido calore, perfetta aderenza alla testa e un tocco di raffinata eleganza. Da un'idea del noto stilista Budell Galouchy, nasce "Chaperde, le chapeau à la merde". Semplice, naturale e completamente bio

Reality and fiction

Realtà sempre più simulata? Finzione sempre più verosimile? il confine trai due modi è situato in un ridente paese lombardo chiamato Vergate sul Membro.
E' proprio in questa amena località che sposteremo la Direzione generale di ondestorte, dopo avere scartato Nerchiate sul Culo, Frustate sul Glande e Pirlate sul Coccige. Gioia per gli abitanti, che vedono crescere l'appeal del loro centro.

domenica, ottobre 10, 2010

I diari segreti di Marilyn Monroe? A noi ci fanno un baffo

Grande scalpore ha suscitato nel mondo il ritrovamento (nella soffitta di Lee Strasberg) dei diari segreti di Marilyn. Stupisce che nessuno abbia segnalato che si tratta di una evidente bufala. In un mondo dove tutto è falso e creato ad arte, che male c'è se qualche furbone si inventa una minchiata?
E comunque, la notizia non è un granchè. Pensate che noi, sgunzagliati i nostri redattori Lapio Bidetti, Klaus Koriza e Felix Zampa, in pochi giorni abbiamo scoperto:

il sospensorio segreto di Winston Churchill
(era nella soffitta di Ugo Tognazzi)


i porno segreti di Pio XIII
(erano nella cantina di Pippo Baudo)


i pannoloni segreti di Sofia Loren
(erano nella soffitta di Niki Lauda)


L'Epil Lady segreto di Michael Jackson
(era nel cruscotto della Ford Fiesta di Franco Califano)


I gondoni segreti di Leonardo di Caprio
(erano nel comodino di Nino Frassica)


il gratta-emorroidi segreto di Papa Woitjla
(erano nella scrivania di Massimo Ranieri)


il salva scuregge segreto di Federico Fellini
(era nel garage del Ministro La Russa)


lo sciacquaballe segreto di Akira Kurosawa
(era nella soffitta di Vladimir Luxuria)


la sputacchiera segreta di Rita Hayworth
(era nel ripostiglio di Belen Rodriguez)


Il vibratore segreto di Rodolfo Valentino
(era nel sottoscala di Al Bano)


L'abbecedario segreto di Stopardi Coglioni
(era nella soffitta di baciami il culo)

venerdì, ottobre 08, 2010

Siamo in pausa. Anzi, in menopausa.

Quaqquaraqquaquà
Qua quà
Squaraqquaquà
quaraquaquà
qua quà


Qua quara quaquà
Qua quara quà
Squara qua quà
quaraqua quà
qua quà quara quà

martedì, ottobre 05, 2010

FORZA QUAXO!


Ci è giunta la TAC di QUAXO, ve la mostriamo, è tutto a posto.
ONDESTORTE E' CON QUAXO.

venerdì, ottobre 01, 2010

Lasciatemi lavorare

Che qui Giansocrate e Giansenofonte che sono i nipotini di Colin Improta mi hanno riferito di questo sito che non c'è più religione, che questi tra poco mi vanno a impedire la cottura a crudo e di piegare a libretto e di eviscerarlo degli aculei delle interiora. Ma siamo diventati filistei troppo eccessivi? Ma devo andare in Cina a prenderli? Che come conservazione lasciano a desiderare, e ogni desiderio è un ordine e che san Boezio Harris-Dunlop di Cicero Contea di Outagamie, Wisconsin U.S.A. ti protegge a voi e alle vostre coltivazioni. Va bene? E allora clicca qui di sotto e vedrai se non è vero. Grazie Vs. Derek Vissani.
http://www.ilrifugiodegliasinelli.org/