martedì, settembre 15, 2009

Racconto: La vecchia puttana
























La vecchia puttana aveva avuto una carriera poco onorevole: anzichè battere il marciapiede come tutte le sue colleghe, fornendo prestazioni a questo e a quell'altro, lei aveva scelto di spompinare un solo cliente, vecchio e brutto, ma molto ricco. Nell'animo era più puttana di tutte, ma aveva troppo poco coraggio per rischiarsela sul marciapiede.

Lei lavorava al nord, ma se avesse lavorato a Napoli l'avrebbero chiamata "Cane 'e purtone". Così si chiamano all'ombra del Vesuvio i randagi che si parcheggiano nei portoni delle dimore e si accontentano degli avanzi, mostrando perenne gratitudine al padrone che non li degna neppure di una carezza, e addirittura dice: "quel cane non è mio".
Il padrone non lo tiene per carità, ma perche o' cane 'e purtone è anche un cane da guardia. Non si batte certo, è troppo pusillanime, ma ringhia, abbaia e mostra i denti quando qualcuno si avvicina al padrone. Anche quando arrivano gli amici del padrone, se non si prostrano subito, lui ringhia.

La vecchia puttana aveva vissuto gli anni migliori della sua vita così: ringhiando a tutti quelli che lui credeva minacciassero il suo vecchio padrone. Anche se lui le chiedeva prestazioni mostruose lei difendeva il suo pasto giornaliero e la mano che la nutriva: quella di un nano puttaniere imbellettato con i tacchi sopralzati e un parrucchino costosissimo di pelo di fica di cincillà transgenico di color fulvo scuro.
Poi un giorno il padrone decise che gli servivano puttane giovani, che non ringhiassero con la bava e che come lui si tingessero i capelli per essere belli e giovani. La vecchia puttana fu buttata sul marciapiede, dove si ridusse a prestazioni orali agli extracomunitari in cambio di carne in scatola, scarpe usate, un plaid per la notte.

6 commenti:

nicodemo ha detto...

ho un bracco di nome Silvio, pensate che vorrà fargli un pompino?

Adderekkkk ha detto...

Perché hai scritto la storia di mia zia senza dirmelo? Avevo anche altri particolari.

Caccola di centro ha detto...

Cazzo, è il maggiordomo di Berlusconi non avete paura che vi mandi a menare?

Anonimo ha detto...

Non mi piace il lieto fine per il nano, era meglio se la vechia puttana si ribella e butta il nano nel water

Anonimo ha detto...

che tenera la storia della vecchia battona
sono commosso
speriamo che non viva a lungo in quello stato, lo dico per il suo bene

massur ha detto...

Ma l'avete sentita l'ultima ?
La vecchia puttana,sentitasi messa da parte,rancorosa , piena di livore e vittima di una crisi di gelosia , si è travestita da uomo , ha rubato la pistola del suo magnaccia ed è andata a casa della attuale "preferita dell'harem" del suo vecchio padrone, che pare si chiami Bella Pietra.........
Ma la pistola ,sgangherata reduce di mille giocose sparatorie, si è inceppata sul più bello e Bella Pietra si è così salvata, per la gioia di vecchi e nuovi padroni ....