giovedì, dicembre 14, 2006

Carne di culo, la saga continua

... aprì la portiera posteriore e tese il suo braccio a Kate che rabbrividì non appena i suoi piedi nudi sfiorarono il selciato coperto di neve. L'aria fredda le fece inturgidire i capezzoli, i piccoli muscoli sotto la pelle si contrassero per trattenere l'aria calda e sollevarono la sua sottile peluria... (continua)

Nessun commento: