mercoledì, aprile 16, 2014

Per risolvere il problema dei Parà in India il Governo invia Carogno Diotinculi, uomo delle Grandi Mediazioni

Dopo mesi di tira e molla il Governo ha deciso di dare un taglio netto alla questione dei parà in India. "O la va o la spacca, puttana merda!" ha dichiarato il Ministro degli Esteri. Per sbloccare la situazione, verrà inviato in India il Dott. Carogno Diotinculi, noto negli ambienti diplomatici come il Grande Mediatore.
"Andrò là e metterò un dito in culo a quei mangiamerda di indiani" ha dichiarato  in una recente intervista "e gli ordinerò di rimandare immediatamente i nostri ragazzi a casa, se non vogliono che gli pisci in culo. Se li mandano a casa bene, altrimenti che se ne vadano tutti affanculo". Diotinculi è noto per essere un abile negoziatore, pieno di risorse e di esperienza, data anche da un curriculum di tutto rispetto:

Ha cominciato la sua attività nel 1980 come arbitro di lotte clandestine di cani. Nominato nell'81 Amministratore di Condominio, ha gettato dalla fijnestra 8 condomini che avevano votato contro il rifacimento della facciata. Promosso Capo della Tifoseria dell'Atalanta, è stato espulso per liti interne ed è diventato un ultrà della Roma, dove nel 1990 è stato nominato Docente di Insultologia applicata all'Universita di Bruttatroia 2. Nominato "Figlio di Puttana dell'anno" nell'96, da allora è a capo del Dipartimento Zizania Internazionale della Comunità Europea, dove durante una riunione ha colpito un consigliere con una sprangta, guadagnandosi il titolo di "Carognone 2011" 

11 commenti:

Paràcul ha detto...

Se ci mandiamo lui ce li ammazzano subito

Torquemada ha detto...

Meglio che ammazzino lui tra orribili torture

The Sciak ha detto...

Pare un parà però sparerà sparuto per di qua pappappero pappappà

Anonimo ha detto...

Quella dei Parà in India è una storia triste e fareste bene a non scherzarci sopra. Ci sono cose sulle quali non si può scherzare. Anche a me piace scherzare ma a voi manca il buon gusto e il rispetto.

Uno di noi ha detto...

Anonimo
di storie tristi ce ne sono un'infinità nel mondo, e qualcuno di noi ne sta vivendo e ne ha vissuto qualcuna, abbiamo una forte dose di ironia e di autoironia, speriamo che quella non muoia mai.

Temistocle ha detto...

A me pare un post allegorico nei confronti del lassismo del governo nell'affrontare la faccenda, quindi positivo e non offensivo nei loro riguardi.

Gisfonchio Cangarlo ha detto...

Comunque sia, visto ha urtato la sensibilità di qualcuno, volendo si può anche cancellare klaus.

joe scognamiglio ha detto...

Mi rivolgo all'anonimo pieno di buon gusto e rispetto
ma privo di ironia. La cosa più onesta sarebbe quella di avere il coraggio di non restare anonimo e quella più logica sarebbe quella di non frequentare questo blog. Se non capisci lo spirito che ci anima, perdiamoci di vista.

Mea ha detto...

Giusto mea

klaus ha detto...

1) Io sono del parere che in casa mia (il blog è legittimamente sotto la mia responsabilità giuridica) io scrivo quello che voglio

2) Mi va anche benissimo che chiunque commenti quello che pensa

3) In ogni caso non ho offeso nessuno e sfido chiunque abbia un po' di logica a dimostrare il contrario. Fermo restando che nel nostro spirito di Ondestorte c'è presa in giro di tutto e offesa di nessuno

4) Concordo al 100% con Scognamiglio, nel senso che se uno non è d'accordo con questo blog non c'è nessun obbligo di tornare a frequentarlo.

6) Abbiamo comunque problemi veri di cui occuparci, come giustamente ha detto Uno di noi

Sciak ha detto...

Giuridico