venerdì, gennaio 18, 2013

Idee 2013 W.C.Y.

Il noto progettista di acquari Luasso Paprecchia ha proposto un geniale utilizzo dello sterco umano, le simpatiche feci potrammo essere riutilizzate come elemento decorativo negli acquari. Trattando l'escremento con una speciale lacca naturale, il Merdene, potremo dare consistenza e forma anche alle peggiori diarree, rendendo il tutto duraturo anche in immersioni prolungate.

5 commenti:

zioddario ha detto...

sembra la locandina di 20.000 merde sotto i mari di culius verne

Anonimo ha detto...

"le simpatiche feci"
HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

Alfonso Frullapersici Esagitati ha detto...

Ma è fantastico! Una diarrea solidificata col Merdene presenterà innumerevoli anfratti e ricettacoli, gallerie, sifoni e cenotes, cunicoli e cavernosità, entro i quali potranno trovare riparo i nostri amici pinnuti!

Anonimo ha detto...

"amici pinnuti"
HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

klaus ha detto...

IL MERDENE: Ecco un tema da sviluppare. Utilizzi, effetti collaterali, modalità di estrazione, prospettive e rischi. Il Merdene può cambiarci la vita e ridefinire l'assetto istituzionale del patrimonio energetico del pianeta.
Se poi passiamo ai derivati, c'è il dimerdil-merdene che ha aspetti interessanti come propulsore ed esplosivo.