venerdì, ottobre 18, 2013

Dal 1 Gennaio 2014 sarà obbligatorio in tutti i Condomini il cisternone della merda pressurizzata

In base al Decreto Legislativo 444/32cak la Comunità Europea rende obbligatorio dal gennaio 2014 per tutti i condomini dell'area euro dotarsi di una cisterna per la raccolta della merda.
Il decreto si pone come obiettivo l'alleggerimento del traffico fognario. Le cisterne (che dovranno essere del modello certificato Supermerd ISO 74000) possono contenere fino a 700 m3 di merda compattata e messa sotto pressione a 12000 atmosfere. Il provvedimento ha suscitato anche numerose polemiche. Sitik Kagapocu, leader europeo dei NoCag ha sottolineato l'enorme rischio legato all'utilizzo delle cisterne ad alta pressione per la merda: "Se nel circuito viene immessa una dose eccedente di merda - ha detto Kagapocu - si potrebbe verificare un'esplosione i cui effetti potrebbero essere devastanti. Si calcola che una cisterna piena, esplodendo, potrebbe attivare getti di merda anche molto ingenti che viaggiano ad una velocità di oltre 600 Km/h. Questo significa che se un pullman di suore dovesse malauguratamente trovarsi nel raggio di 150 m. le religiose potrebbero essere investite dal getto e perire. Quindi si tratta di un provvedimento contro la religione e per questo va abolito".

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Interviene KAVEDIO DE GALUSCIS, esperto.
La notizia riportata è vera, ma incompleta.
Valga il vero.
Il provvedimento citato affronta anche il possibile fenomeno della dispersione di merda durante il tragitto ano-contenitore.
Per ovviare al rischio di tale inconveniente, verrà avviata dal mese prossimo la distribuzione di cannule, nella misura di una per appartamento, che avranno il compito di evitare possibili interruzioni e strozzature nella cosiddetta "catena della merda".
Prima della defecazione, l'utente dovrà inserire uno dei due capi nel contenitore; il secondo, presumibilmente il più sottile (ma non è detto, dipende dai gusti), verrà indirizzato direttamente nel retto per potere procedere con serenità alla successiva fase di espulsione.
Forti perplessità sono state espresse dai nuclei familiari più numerosi, inevitabilmente interessati da un'utilizzazione eccessivamente ripetuta della cannula e ai quali sono state raccomandate energicamente adeguate cure di manutenzione e lavaggio della stessa.
Vivo apprezzamento ha mostrato per il provvedimento la CEI. In un momento di gravi difficoltà e disgregazione dei nuclei familiari, si ritiene, non a torto, che il passaggio della cannula di culo in culo possa costituire un simpatico momento di coesione di gruppo, capace di sostituire in qualche modo i momenti di riunione del passato, come Carosello e la preghierina prima di pranzo.
A disposizione per ulteriori delucidazioni.
AVVOCATO KAVEDIO DE GALUSCIS

Il tuo vicino di casa ha detto...

Io cago dove e come cazzo mi pare, anche dal balcone

Ti Sgamo ha detto...

Non sono altro che i vecchi bomboloni di merda compressa usati durante la 2 guerra mondiale

Osservatorio sulla sicurezza stoccaggio merda ha detto...

Ogni bombolone andrà ovviamente sottoposto a collaudo statico e dinamico, ai fini del rilascio della cretificazione S.C.M. (Sicurezza Compressione Merda) da parte dell'I.C.E. (Istituto Certificazioni Escrementizie).
Ad oggi, comunque, è stato riportato un solo caso di B.L.E.S.E. (Boiling Liquid Expanding Shit Explosion), causato nel 2003 dal malfunzionamento della valvola fusibile di sicurezza; esso ha coinvolto il bombolone installato nella Facoltà di Masturbazione a Nastro dell'Università di Bastardo, fortunatamente senza conseguenze letali.
E' ancora in corso la bonifica del sito.