mercoledì, ottobre 09, 2013

Dopo l'Anagrafe Condominiale si passerà all'Anagrafe Anale

In base al decreto legislativo 456,31-89 bis varato dalla Comunità Europea a partire dal 31 gennaio 2014 si dovrà procedere ad una schedatura dei culi dei cittadini comunitari, al fine di creare una banca dati capace di esprimere il livello e le potenzialità anali di Eurolandia. Ogni culo sarà dotato di un proprio codice, che verrà tatuato su una natica. Il codice esprimerà
1) la media di merda giornaliera estrusa dal culo
2) il codice di accesso segreto per la penetrazione
3) il numero totale di evacuazioni
4) il numero di rapporti anali espletati dal culo
5) la capacità di dilatazione dello sfinterio
6) le potenzialità di emissioni aeriformi e il livello sonoro
7) la massa globale delle natiche (nM)

5 commenti:

Derek Contro Tutti ha detto...

Preferisco l'anagrafe ficale. Quella anale non mi piace, specialmente al punto 4).

Giorgio Gatti ha detto...

la merda va denunciata?

Studio Commerdalista ha detto...

No se Lei caga fino a 1,25 Kg. al giorno. Se supera questa quota deve denunciare solo l'eccedenza, sulla quale Le viene applicata un'imposta del 23% calcolando una reddita merdaria di 12,65 euro per ogni grammo di merda eccedente. Se invece supera i 3 Kg scatta l'aliquota al 34%.

Esiste anche l'opzione CMF (cumulo merdario famigliare) in cui una famiglia complessivamente fa un'autocertificazione con cui dichiara di rimanere sotto i 2,67 Kg complessivi giornalieri, pagando forfettariamente il 12,34% per l'intero nucleo famigliare (ma conviene solo a famiglie numerosi di ipocaganti, praticamente un caso limite)

Giancarlo Majorino ha detto...

è vero che si può avere l'esenzione sul ticket del culo se si è bulicci?

Derek Contro Tutti ha detto...

E' vero, ma devi fare la visita fiscale che ti inchiappettano ogni 3 ore a casa tua.