lunedì, novembre 19, 2012

Strane abitudini dei popoli stranieri

Nellla Repubblica Chin Chon Chan dell'Estremo Oriente, i matrimoni si svolgono in maniera molto particolare: la sposa viene divisa in due parti e la parte con le gambe, il culo e la fica viene attaccata a dei palloncini e lasciata volare via. Il marito si porta così a casa metà moglie (da qui il detto "la mia metà") e solo dopo alcuni giorni, quando tutti i palloncini scoppieranno e le gambe e la fica ricadranno a terra, solo allora si potrà consumare il matrimonio e i coniugi potranno finalmente procedere alla ciula e dare sfogo alla loro satanica voglia di stantuffare. Generalmente le gambe ricadono dopo circa una  settimana, e i saggi dicono che quello è il tempo necessario ad una coppia per suturare il culo di un albatros.

7 commenti:

Dott. Turafalla Spegazzino ha detto...

Faccio notare ai meno attenti che la sposa durante quella settimana, non può tirare scoregge in quanto la parte generatrice è rimasta con il marito.

Anonimo ha detto...

e se vola via?

Anonimo ha detto...

Chi?

Interessato alla vita degli asiatici ha detto...

... e se cade sul cazzo di un altro?

Ovvio ha detto...

Si fa una becciata standard.

Derek Contro Tutti ha detto...

Nel frattempo lui non deve farsi neanche una sega

Anonimo ha detto...

Ma dopo la ricaduta il marito tromba solo con la metà vulvofora, o con tutta la sposa ricomposta?