venerdì, novembre 23, 2012

Malvito celebra il Palla

Con soddisfazione apprendiamo la notizia che L'Eco di Malvito pubblicherà la storia del Palla di Pelo in 24 inserti settimanali, ognuno dei quali avrà all'interno le antiche fotografie che documentano le complesse fasi di preparazione dell'asino cotto accrudo, scattate dal fotografo Pervicace Muscemi negli antichi locali del Palla di Pelo, ai primi del Novecento. Una collezione di 24 antichi dagherrotipi scoperti nei bauli della Fondazione Vissani. In questa immagine, del 1902, Quentolinia e Macciorinia Improta procedono allo smaltimento degli aculei eviscerati dall'asino prima della disposizione a libretto.

1 commento:

Derek Contro Tutti ha detto...

Di dire subito una cosa, che la vista della Rchivio mi stimola di narrarVi: che quella fotografia era fatta con una macchina a cassetta e obiettivo Cooke Planar Triplet da 205 mm Da Pervicace. Giunti a questo punto che Quentalina la vedete delle natiche: anticamente infatti il lavoro di eviscerarlo era a culo nudo, di attrarre gli aculei in una zona morbida del corpo dell'operatrice onde trarre gli aculei fuori del loro naturale tegumento corneo e averli preparati
per la bissogna.