giovedì, novembre 01, 2012

Grande colpo del regista Colabrodo


L'ultima fatica di Fetuso Colabrodo si inserisce mediaticamente nella sottile ironia del cosiddetto "Uomo Sbrandante" citato da Frois nel suo libro "Paure nella defecazione a secco"
L'ano al centro del mondo quale promotore della rabbia inespressa
Una pellicola da vedere e assaporare con la famiglia

3 commenti:

Jack Palo ha detto...

Di Colabrodo si ricorda soprattutto il bellissimo "Testicoli Grigliati" in cui si affronta il problema della eterosessualità. Può ancor oggi una famiglia accettare di avere un bambino eterosessuale o è ormai fuori dal tempo??? Ragazzi discriminati nel mondo dell'arte, dello spettacolo e della moda solo perchè gli piace la fica. Daccordo che un figlio omosessuale è il sogno di tutti, ma si può benissimo imparare ad accettare e ad amare anche un ragazzo etero. E vi ripeto: l'eteroseessualità non è una deviazione, è innata in alcuni individui fin dalla nascita.

Pedro Alvarez di Montecucco ha detto...

E che dire di "Uno scroto a perdere", opera primogenita di Colabrodo? Parla dell'eterna lotta tra il culo e la figa per essere l'orifizio preferito dal pene, con il geniale colpo di scena finale nel quale vince la bocca.

Arturo Lebuche ha detto...

Il culo è la fica del futuro.