domenica, novembre 04, 2012

Atleta Italiana vince i Mondiali di Scoreggiathlon

L'atleta italiana Nerba Culandroni ha vinto la medaglia d'oro ai Campionati Mondiali di Scoreggiathlon che si sono svolti ieri a Cairo Montenotte (Sv).
La competizione è durissima e gli atleti devono superare 5 prove e dimostrare le capacità espresse da culi allenatissimi, che danno prestazioni straordinarie:
1) la prima prova è quella di spostamento di un materasso (dalle misure regolamentari) posto a 35 cm. dal culo dell'atleta che lo sposta con una scoreggia.
2) la seconda prova misura i decibe di una scoreggia
3) la terza prova riguarda la persistenza delle scoregge: gli atleti quagliano e la puzza deve raggiungere i giudici di gara posti a 74 metri di distanza. Viene misurato il tempo di raggiungimento (in assenza di vento) e l'intensità della puzza.
4) la quarta prova è di pprecisione. L'atleta deve par passare una scoreggia in un tubo di soli 6 mm. di diametro, la cui imboccatura è posta a più di mt. 8,90 dal culo dell'atleta. Se l'obiettivo viene raggiunto, si passa ad una distanza più elevata. L'attuale record mondiale è della circassa Kulacja Smerduz che ha centrato l'ugello a mt. 19,43.
5) la prova finale, la più attesa, è quella della propulsione anale: i concorrenti vengono posti su apposite seggile con un buco nella seduta che consente ai gas intestinali di uscire a getto. I gas vengono incendiati da un giudice di gara (in questa edizione ne sono arsi vivi ben 18) e i gas incendiati fungono da propellente, lanciando il concorrente verso l'alto. Il salto viene misurato da una fotocellula aerostatica satellitare.

La Culandroni, dopo una prova un po' opaca nella centratura dell'ugello, con una prestazione di poco superiore ai 15 metri, ha sbaragliato gli avversari con una scoreggia a propulsione nucleare di ben 3400 sparcul (l'unità di misura della propulsione anale) che l'hanno proiettata a ben 25 metri di altezza. L'atleta ha riportato gravi ferite nel ritorno al suolo, ma fortunatamente il peggio è stato evitato grazie ad un efficiente servizio gara che con scoregge pneumatiche istantanee ha attutito l'impatto della Culandroni al suolo.

Orgoglio nel Gruppo Sortivo delle Fiammme Marroni dii cui l'atleta italiana fa parte. Prossimo obiettivo: le Olimpiadi della Scoreggia di Città del Culo nel 2013.

3 commenti:

Arbitro ha detto...

peccato la signora è squalificata per culo marcio

Petoman ha detto...

Io c'ero, la gara era regolare, e la Culandroni è davvero una fuoriclasse.

Abbonato Sky ha detto...

La Culandroni è una troia e su Sky lo scoreggiathlon non lo danno