martedì, marzo 29, 2011

Il Risorgimento secondo ONDESTORTE.


Molte donne hanno contribuito all'Unità d'Italia, tra queste la Contessa Emerenziana Roncola Squartacani Idrofobi da Pietra Marazzi. Nata da una nobile famiglia piemontese, il padre era il Conte Rettile Tombino Squartacani Idrofobi e la madre era la Marchesa Bambagia Arruffata Tarantoloni Schiacciafichi. Emerenziana mostrò subito un carattere esuberante, a 18 anni si era già fatta trombare da tutti gli uomini della servitù e del contado (79 in tutto). Visti i precedenti fu rifiutata dall'Ordine delle Adoratrici dell'Anca Sbilenca di Santa Tarantola e divenne in breve la più importante collezionista di incudini del Regno Sabaudo. Un giorno, era il 26 agosto 1854, passeggiando nelle sue tenute incontrò un soldato austriaco che tentò di possederla in un fosso. Subito Emerenziana ordinò ad un suo contadino di dare un calcio nei coglioni al crucco. Il contadino obbedì ed il soldato gli sparò in faccia uccidendolo e continuò a trombarsi la contessa. Questo atto eroico fece crescere la stima nei confronti della contessa e aumentò l'astio nei confronti degli austriaci e del contadino pirla.

2 commenti:

qualunquebuco ha detto...

fica la contessa

pirlazzo ha detto...

avrà anche la fica appuntita