martedì, marzo 17, 2015

Protesta dei Playmobil: anche noi abbiamo diritto alla sessualità

Ha suscitato molto scalpore la recente protesta di un gruppo di Playmobil che sono scesi in piazza ieri a Senigallia per rivendicare il loro diritto ad una sessualità adulta e completa. "Ni sono rotto il cazzo di pescare nei laghetti di plastica, pascolare delle cazzo di pecorelle e di sedermi su delle stupide seggioline a far finta di bere il tè. Vorrei trombarmi quella biondina col caschetto che me la vedo passare davanti tutti i giorni e che non fa altro che mettere piantine nei vasi"
Si è aperto un tavolo sindacale di trattative e l'azienda produttrice ha accettato di modificare gli stampi dei playmobil per dotarli di relative vulve e nerchie (per il culo si sta discuntendo, la Curia di Genova ha espresso parere contrario, e Salvini ha detto che se i Playmobil avranno il culo, allora non dovranno indossare camicie verdi).
Subito i playmobil sessuati hanno preso a fornicare come matti e in breve tempo bel 95 playmobilesse sono rimaste incinte, con un lieve risparmio da parte dell'azienda sui costi di produzione.

Nessun commento: