giovedì, dicembre 12, 2013

Capolavori del cinema


3 commenti:

Teschio Sperone (Testo Sterone) ha detto...

ne ho visti di imbecilli nella mia vita ma tu li batti tutti

Dott. Ermenegoldo Catrambone ha detto...

Un notevole esempio di disincronismo lessicale, il fatto che strappi una risata la dice tutta sugli intenti del protagonista, che vuole essere, sì cattivo, ma allo stesso tempo fedele alle tradizioni bancarie di quel periodo che non badavano alla numerologia come forma di comunicazione, ma si basavano su epiteti/epitaffi che venivano lanciati ai sottoposti.
L'ingenerare la paura della perdita di possesso di denaro era una consuetudine di IBAN il Terribile, e funzionava benissimo con i sudditi, un esempio dei giorni d'oggi potrebbero essere le banche, infatti il motto di IBAN era "Ti ciulo il denaro anche se non ce l'hai"

Università Bocconi Amari ha detto...

Dott Catrambone, lei è un genio. Nella frase "Ti ciulo il denaro anche se non ce l'hai" è riuscito a condensare gli ultimi 50 anni di politiche bancarie, strategie finanziarie e progettualità economica del nostro malcapitato Paese.