mercoledì, marzo 13, 2013

Sdoganata la pausa-merda in aziende e uffici pubblici

Ormai è ufficiale: oltre alla pausa caffè i lavoratori hanno diritto anche alla pausa caghè, quei dieci-dodici minuti che impiega una persona normale e anche un po' stitica per evacuare. E' infatti accertato che quasi il 64% degli italiani (la media europea è il 38%) avverte maggiormente lo stimolo di cagare dalle 9,30 alle 11,30 di mattina. E' stato quindi varato il cosiddetto decreto salvamutande che consente a operai, impiegati, insegnanti e studenti di assentarsi per liberare l'intestino dalla merda ivi allocata. "Una vittoria del popolo, un trionfo dello Stato di Diritto" ha detto oggi Varano Caccamorta presidente del SICL, Sindacato Italiano Cagatori Liberi. Il Presidente del Comitato per il 2013 Anno Mondiale del Cagatore, Dott. Oronzo Arcimerdale ha detto in una conferenza stampa che il decreto è anche un risultato della crescente importanza esercitata dalla lobby dei cagatori nel panorama internazionale. Da domani la Caghee Breack sarà un diritto in tutta Eurolandia. Esultanza in borsa dove i titoli merdari hanno chiuso con un +3,4%.

3 commenti:

joe scognamiglio ha detto...

Varano Caccamorta
Geniale!
Mi sono sbellicato.

Varano Caccamorta ha detto...

grazie

Polpa Anal ha detto...

sono contrario è molto meglio cagarsela addosso