mercoledì, novembre 11, 2009

Scoperto finalmente il buco del culo del mondo


Una equipe di scienziati dell'Università di Carogna dopo anni di ricerche ha finalmente scoperto quello che secondo le teorie più accreditate viene identificato come il buco del culo del mondo. Conosciuto già dagli Assiri e dai Caldei, il Buco del culo del mondo in epoca romana fu dedicato al dio Sphinterius, protettore delle pareti intestinali.
In epoca medioevale il B.d.C. cominciò ad essere ritenuto un luogo mitologico privo di effettivi riscontri topologici. In epoca settecentesca fu ascritto da alcuni alle Grandi Utopie e nell'Ottocento venne paragonato ad altri luoghi fantastici come Atlantide, Eldorado o Shangrilà.
Nel 1946 il fisico Cramento Cotoletta (vedi ns cronistoria sui Cotoletta) ipotizzò per primo l'esistenza reale del Buco del culo del mondo, definendolo "il luogo a latitudine e longitudine 100". Da allora diverse spedizioni universitarie e private si sono avventurate nei continenti, sulle tracce delle più flebili teorie.
Oggi, grazie al team del Prof. Gaetano Prolasso, il B.d.C. è stato finalmente scoperto in località Crevari, a pochi chilometri da Genova.

3 commenti:

Naturalist ha detto...

Trattasi di tana di marmotta, poche balle !

uno di crevari ha detto...

belin, ce l'avevo proprio sotto casa e non l'ho mai visto!

UFO ha detto...

marmotte a Crevari non ce ne sono