mercoledì, giugno 11, 2014

Che il tempo passa

Che dunque il tempo è passeggero, e i infanti prima vengono fanti e poi froci. Chi erano questi due animosi di mettersi in posa felina? Ma se non ci credi è Giansocrate e Giansenofonte, di quei miei due nipoti che perseguivano di mille avventure nella saga della famiglia Vissani e Improta e anche Firpo. Anzi loro sono di cognome Firpo, che lo sappiamo che Ed Firpo mi è ostile di inculcarsi di essere superiore, e ha i nipoti omofobi come questi.  Di degustare una bagna caudina ricca di aglio e spezie anche superiori intanto il gatto è sordo e non sente niente. Da bere: due assaggini di Tromba di Segesta, rosso avvinato di uvaggio scirà-casalese di principe di monumentale potenza del polifenolo e terroso al naso di berlo. Firmato Vs. Derek.

2 commenti:

prof Zappio Seccamirra ha detto...

Da voci di corridoio pare abbiano imbelinato il gatto nella pentola perchè non faceva mai miao.

Polaretto ha detto...

Ma stanno vestiti così anche a giugno ?