lunedì, maggio 14, 2012

Il galuscino a vento



Il galuscino a vento (o mulino a merda)
è il risultato di studi approfonditi sulla dinamica dei venti.
Pare che con l'inserimento di enormi galusci al posto
delle pale si ottenga il 40% in più di energia a causa del
famoso effetto Sculemberg che con i raggi del sole scalda
direttamente i galuscioni, e forma dei leggeri gas che spingono in basso
gli stessi. L'effetto Sculemberg è stato scoperto per caso da
Staccasotte Famasturgo, famoso fisico, che un giorno era
seduto sul cesso e all'improvviso gli cadde una mela sulla testa.
Dalla paura si cagò addosso ma capì anche che non era la forza di gravità
a far cadere i galusci, ma il gas prodotto dall'organismo.


4 commenti:

facoltativo ha detto...

Molto interessante però bisogna fissare bene i galusci alle pale del mulino xchè possono staccarsi creando gravi danni. un casolare è stato sommerso dal galuscio gigante

Anonimo ha detto...

Io so poco di queste tecniche moderne.
Ma hanno detto che sono riusciti a creare galusci estremamente resistenti nel tempo.
Pare che per creare un galuscio pala facciano bere a dei volontari (pagati) una mistura di grano, lievito, attack e vinavil, il lievito si gonfia dentro l'uomo che non deve assolutamente cagare per 30 giorni, dopodichè li aiutano con una soluzione di Sturagal.
In mezza giornata hanno i galusci grezzi belli pronti.
Sono avanti 500 anni questi qui.

Don Chisciotte ha detto...

...bestiale!

Bombolardo ha detto...

Un piccolo galuscio per l'uomo, un grande galuscio per l'umanità!!