sabato, maggio 26, 2012

Aiuti governativi per gli insoddisfatti del sesso.



Il ministro per la Soddisfazione Sessuale, On. Sganarda Spolpaminchia, in una recente intervista ha espresso la sua preoccupazione per il basso livello di sossdisfazione sessuale degli italiani. "Da una statistica della Comunità Europea - ha detto il Ministro - risulta che noi italiani siamo all'ultimo posto in Europa per durata dei pompini. Da noi la media di un pompino è di 8-9 minuti, mentre in Germania la media nazionale è introrno ai 15 minuti, in Francia si arriva ai 20. Molti cittadini ci segnalano inoltre l'aspetto poco pratico delle bambole gonfiabili, ingombranti e difficili da nascondere alla moglie. Anche negli utenti del culo la soddisfazione è in calo. Si calcola che le inculate nei cessi delle stazioni sulla rete ferroviaria nazionale negli ultimi due anni siano diminuite del 7,4%. In calo anche le trombate sugli asciugatori ad aria calda negli autogrill (-5,5%). Da un sondaggio condotto da Eurochiavare, l'agenzia europea per il chiavare, emerge che più del 20% delle coppie sposate dopo due anni di matrimonio non chiavano più alla pecorina, mentre in Irlanda, Svezia e Olanda la pecorina viene praticata con regolarità fino al 20mo anno dopo le nozze.
Ma il dato più preoccupante riguarda pratiche fondamentali come il 69 e lo spegnicandela, dove gli italiani sono penultimi in eurolandia, seguiti solo dalla Grecia. Solo un italiano su 10 ha fatto un 69 negli ultimi tre giorni - ha aggiunto preoccupata il Miinistro - e per quanto riguarda lo spegnicandela, siamo addirittura a rischio default, con un calo verticale di questa pratica che è passata dal 74% dei chiavatori negli anno 90 ad un 13,5% dei chiavatori attuali".
Per questo il ministero della Soddisfazione Sessuale ha approntato Il Ficazzulette (acronimo di fica-cazzo-culo-tette), un pratico marchingegno che in soli cm. 2X40X35 riunisce in sè tutte le esigenze sessuali. L'apparecchiatura, che funziona a energia anale, verrà distribuita gratuitamente a tutti gli aventi diritto, ovvero coloro che entro il 25 maggio 2012 avranno presentato:

1) la Dichiarazione di Insoddisfazione sessuale posteriore o anteriore
2) l'autocertificazione di appartenenza al registro dei segaioli (per i maschi) o delle sgrillettatrici (per le femmine)
3) il modulo CUL per le pratiche sessuali non espletate
4) la richiesta di sgravio prepuziale, anale o vaginale
5) la fotocopia leggibile degli organi sessuali
6) il certificato di iscrizione alla Cassa Nazionale dei Rottinculo con allegato bollettino di pagamento del rateo 2012.

3 commenti:

Derek Contro Tutti ha detto...

C'è anche verde?

Ano ha detto...

Maledetta burocrazia, è un frenulo.

Potenziale Cliente ha detto...

... non vedo il culo però