giovedì, aprile 26, 2007

Ondestorte crea il primo replicante del genere "merda"


Nei laboratori di Ondestorte i tecnici hanno ormai ultimato il primo essere perfetto: un replicante umano di nuovo tipo (il genere "merda") che si avvale della corporatura di uno dei membri dello staff.
A questa nuova generazione di esseri non serve riempirsi la testa di idee del cazzo per fare una trasmissione del cazzo; la merda gli viene iniettata direttamente nel cervello tramite alcune condutture in pvc. Gli individui del genere merda offrono una serie di indubbi vantaggi:
1) riciclaggio delle feci e quindi salvaguardia ambientale
2) risparmio sugli stupefacenti (è già idiota al naturale)
3) controllo digitale della quantità di merda iniettata

Se volete sottoporvi anche voi alla emplice operazione contattate il nostro numero merde

1 commento:

Anonimo ha detto...

Non mi sembra, però, che abbia un bello sguardo