giovedì, agosto 21, 2014

Mangia una frittura al ristorante cinese e caga un serpente

Incredibile fatto anale a Genova Sampierdarena. Il signor Giancrotalo Cotifletti di professione consulente informatico si è recato con la famiglia nel ristorante cinese Chan Bish Cul di via Buranello per trascorrere una tranquilla serata e gustare le prelibate specialità della cucina asiatica. Ha consumato una normalissima frittura di coglioni di drago, visceri di medusa e girini. Tornato a casa, il Cotifletti provava un improvviso impulso a recarsi al bagno con spasmi addominali e flatulenze del 4° grado della scala Scorex. "Pensavo che si trattasse di diarrea, non avrei mai immaginato di cagare un pitone vivo lungo circa mt. 1,76" ha dichiarato ai nostri microfoni il signor Cotifletti.
Prontamente ricoverato al Museo di Storia naturale, il Cotifletti è stato sottoposto a una ispezione rettale dal Prof. Catramio Sondaculi Sbranda, il quale ha estratto dall'intestino della vittima anche 2 ferri da stiro, 1 rotolo di scotch biadesivo e 3 confezioni di ammorbidente per capelli.
Il titolare del ristorante, sig. Wa Fang Kul, è stato inmsignito del premio "Cucina creativa" dal Comune di Genova, che gli ha anche assegnato un premio di 5000 sterline.

3 commenti:

L'Informatore Libero ha detto...

Incredibile fatto anale a Genova Sampierdarena. Il signor Giancrotalo Cotifletti di professione consulente informatico si è recato con la famiglia nel ristorante cinese Chan Bish Cul di via Buranello per trascorrere una tranquilla serata e gustare le prelibate specialità della cucina asiatica. Ha consumato una normalissima frittura di coglioni di drago, visceri di medusa e girini. Tornato a casa, il Cotifletti provava un improvviso impulso a recarsi al bagno con spasmi addominali e flatulenze del 4° grado della scala Scorex. "Pensavo che si trattasse di diarrea, non avrei mai immaginato di cagare un pitone vivo lungo circa mt. 1,76" ha dichiarato ai nostri microfoni il signor Cotifletti.
Prontamente ricoverato al Museo di Storia naturale, il Cotifletti è stato sottoposto a una ispezione rettale dal Prof. Catramio Sondaculi Sbranda, il quale ha estratto dall'intestino della vittima anche 2 ferri da stiro, 1 rotolo di scotch biadesivo e 3 confezioni di ammorbidente per capelli.
Il titolare del ristorante, sig. Wa Fang Kul, è stato inmsignito del premio "Cucina creativa" dal Comune di Genova, che gli ha anche assegnato un premio di 5000 sterline.

Anna Conda ha detto...

finché esce va bene... il problema è quando entra!!!

Mea ha detto...

Mi trovassi una cosa del genere nel cesso andrei all'inferno direttamente dalla paura.
Metà, non voglio neanche pensarci.