venerdì, agosto 01, 2014

Giochi e divertimenti per l'estate - Il pompino inverso

Ecco un altro divertentissimo gioco da praticare nelle giornate di relax estivo. Molti conoscono il "gioco del pompino" tradizionale, ma pochi sanno che ne esiste anche una variante nella quale anzichè il risucchio viene usata l'insufflazione. Si tratta del "pompino invertito" o "pompino inverso", attività nella quale colei (o colui) che pratica il pompino soffia fortemente nel dotto uretrale fino a realizzare il simpatico e divertente effetto della gonfiatura dei coglioni. L'insufflazione di aria nei coglioni, oltre ad essere una coreografica occasione d'intrattenimento, esercita anche un benefico effetto rigenerante sulla prostata e sull'intero apparato uro-genitale. Inoltre, nelle calde giornate estive, avere i coglioni gonfiati dà un piacevole senso di leggerezza.
Disgraziatamente, anche questo gioco può avere effetti dannosi se praticato irresponsabilmente. Il Sig. Jeremy Airball di Milwaukee ha riportato l'esplosione dei testicoli perché sua moglie Dorothy non ha saputo fermarsi al momento giusto. Nella regione caucasica del Nagorno-Karabakh, ben 25 donne sono rimaste accecate dall'esplosione dei coglioni del partner. Una recente ricerca di Pompins&Segs ha rilevato che circa il 27% della popolazione di Eurolandia ha praticato almeno una volta il pompino inverso con una percentuale di incidenti del 12,7%. A Parigi, una studentessa di scienze sociali ha perso gli incisivi tentando di praticare un rigatone invertito a un compagno di studi. Negli alberghi di Amsterdam viene fornito un apposito kit sterile con ago di emergenza per chi vuol praticare il pompino inverso in hotel.
La parte più difficile del pompino inverso consiste nel mantenere il più a lungo possibile l'aria accumulata nei coglioni. Pertanto, dopo la pratica, la minchia va annodata oppure strozzata con una fascetta da 12". Se a pompino ultimato non si strizza ben forte la cannella prepuziale, l'aria esce ad elevata pressione. Questa possibilità viene sfruttata da alcuni operai in aree disabitate del Borneo, dove, mancando l'energia elettrica, la minchia viene usata come l'ugello del compressore. Per questo scopo, esistono nel Borneo alcune operaie specializzate nell'insufflazione di aria nelle balle, attività nata per scopi lavorativi ma che da qualche tempo sta dilagando anche come semplice intrattenimento.

2 commenti:

Uro ha detto...

Uro

Ebso ha detto...

Grazie Uro