lunedì, febbraio 23, 2009

Stortipedia: la gnocca



Dicesi gnocca la femmina dello gnocco, tipico prodotto della cucina emiliana costituito da una tasca di pasta, contenente formaggi di vario tipo, fritta nell'olio. Se ne hanno notizie già ai tempi di Scracchio il Breve re dei Turgidi che era solito offrire ai suoi ospiti nel 1235 d. C. "uno piatto di squisita fattura e qualitate, tal che mangiarlo è come lo trombar per ogni lato, pulzelle assai allupate", come ci narra Crisostomo da Patorchia nel suo celeberrimo "De frictura ".

Gnocca (figurato): bella fica maiala porca che suscita repentino arrapo nel maschio. Il termine nasce dalla penna di Guidobello da Castrocazzo, poeta stilnovista minore, che nel 1198 scriveva: "Ella era di cotanta beltade che lo giovane cavaliere, preso da repentino aggallo, estrasse il duro e roseo alabardo e tostamente tirossi uno maniglione gridando.... Gnocca di porcitudine piena!".

2 commenti:

Anonimo ha detto...

chiudete questo sito peccaminoso come tanti siti diabolici capitooooooo

Anonimo ha detto...

andate a fanculo avete capito andate a fare i culo