martedì, febbraio 24, 2009

Stortipedia: il Malingraiato

Dall'italiano "male ingravidato" ove il verbo si utilizza nell'accezione estensiva di "risultato di una cattiva ingravidazione o gravidanza". Già ai tempi degli antichi Coyote-Quelchecazl nella civilta degli Inca-Zati e del Maia-Li era nota la figura del Malingraiato che oltre alla sfiga veniva anche sacrificato alla divinità Tispaccoilcucl. Il sacrificio avveniva così: il Malingraiato veniva legato per le palle ad un albero e lasciato spenzolare finchè le palle non diventavano turgide come melanzane mature, così tese e gonfie che le vene stavano per scoppiare. A quel puunto le vergini del villaggio percuotevano i testicoli del Malingraiato con delle piccole verghe di salice acerbo, finchè le palle non scoppiavano tra gli atroci latrati del Malingraiato. La Poltiglia derivante dalle palle frantumate veniva arda sul braciere sacrificale insieme a una noce di burro, un po' di rosmarino e pepe verde, poi veniva servita come snack per l'aperitivo nei bar di Acapulco.
nel parlar figurato, il M. è venuto a significare uomo di merda, malvestito e dimesso, depresso e con poche disponibilità economiche. Praticamente l'italiano medio.
Sinonimi: Malbecciato
Simili: Sfigato


Bibliografia:
"Ero un Malingraiato e lo sono ancora"
"Malingraiati nel mondo"
"Enciporcheddia della Mala Ingraiazione e suoi nefasti risultati" (Tubingen, 1926)

Nessun commento: