mercoledì, dicembre 21, 2011

Il sesso e le erbe, by Stortipedia.


La botanica può sicuramente risolvere molti problemi, ne è convinta la Dottoressa Nassa Maria Della Vulva direttrice del Centro di Cazzoterapia Spermatica Estroflessa dell'Università di Capreno. La Della Vulva ha messo a punto un sistema di cura che prevede di fare sdraiare i pazienti, col cazzo piccolo, sopra un prato di Scrotofora Mirabilis Spantegata, una piccola pianta rampicante della famiglia delle Mansardate detta "Il culo del diavolo". La piccola pianticella si insinua su per il culo fino a raggiungere il pirla,
le radici si svilupperanno all'interno del membro rendendolo più grosso e duro.

4 commenti:

Sicuro ha detto...

Sono palle!!!
Lo si vede anche dalla foto!!!

Dubbioso ha detto...

Però si diventa bulicci

Pirloforo Spironculo, Botanico ha detto...

Confermo che la botanica può sicuramente risolvere molti problemi, ne è convinta anche la Dottoressa Porcela Boccasprint direttrice del Centro di Nerchiologia vibratoria e ondulatoria dell'Università di Molfetta (Bari). Anche la Boccasprint ha messo a punto un sistema di cura che prevede di fare penetrare nel culo la Scrotofora Mirabilis Spantegata, ma disgraziatamente il giardiniere dell'Università ha smarronato i semi e ha piantato la Spinosella Uricantis Spantegata, in tutto simile alla Scrotofora ma assai diversa nelle risultanze terapeutiche: su 58 pazienti a cui è stata somministrata la pianta per via anale 22 hanno ululato, 12 hanno contratto il rinsecchimento del pene e 6 il rinsecchimento di uno o entrambi i coglioni; 8 hanno spermato chiodi e uno è diventato buliccio (ma pare che lo fosse anche prima e che la pianta abbia evocato una latenza). I restanti 9 sono partiti per le isole Shetland a farsi inculare dalle pecore.

Bassista ha detto...

Pirloforo, sei prolisso